Sala Consilina: Bagno di folla all’inaugurazione della “casa” Artistico/Culturale a cura de La Cantina delle Arti





























Un vero e proprio bagno di folla, ieri sera a Sala Consilina, all’inaugurazione della “casa” Artistico/Culturale a cura della Cooperativa Culturale La Cantina delle Arti.

Il Presidente Enzo D’Arco, la Compagnia teatrale e tutti i “cantinieri” hanno tagliato il nastro rosso e dato il via alla serata. L’ introduzione è stata affidata a Cono Federico, in rappresentanza della Banca Monte Pruno che ha sostenuto con grande entusiasmo il progetto e che voluto sottolinearne l’importanza ricordando la possibilità di versare il proprio obolo sul conto corrente, effettuando un bonifico al codice IBAN IT66S0878476440010000016761, con causale “casa Cantina”, aggiungendo il proprio nome che sarà indelebilmente inciso nel cuore e sul muro cantiniero.

Lo spettacolo degli allievi del Laboratorio permanete “FoRiArTe” ha incantato il numerosissimo pubblico, così come le note argentine dei Maestri Cauteruccio e Calabrese che hanno emozionato e reso la serata indimenticabile, i quali hanno lanciato la proposta, subito accettata dai cantinieri, di presentare alla metà di aprile, nel “rifugio” della Cantina, il loro prossimo disco dedicato a Carlos Gardel.





“La soddisfazione, la felicità di aver coronato un sogno, il piacere di vedere tante persone accogliere con entusiasmo questo rifugio Culturale, non può che renderci orgogliosi e darci la forza per continuare, a vele spiegate, il nostro cammino intrapreso – ha dichiarato commosso Enzo D’Arco – La Giornata Mondiale del Teatro non poteva essere celebrata in modo migliore. Al Sud c’è fermento dice uno degli ultimi spettacoli della Cantina delle Arti, quel fermento sano, positivo e propositivo che rende la Cultura viva, che rende la gente del nostro amato Sud ingorda del bello, che ha tanta voglia “…di arricchirsi gli occhi del bello che c’è, che ancora c’è.”

– redazione –


 

























Comments are closed.