Rubava rame nel Cilento insieme ad un’organizzazione criminale. Arrestato 28enne rumeno



















I Carabinieri della Compagnia di Agropoli, diretta dal Capitano Francesco Manna, oggi hanno arrestato A.C.S., 28enne rumeno pregiudicato e domiciliato a Ogliastro Cilento, colpito da mandato internazionale di arresto in ordine a diversi furti di rame perpetrati nel Cilento nel 2013.

L’operazione rientra in un più ampio contesto operativo che nel giugno del 2015 consentì ai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Salerno di smantellare un’organizzazione criminale, operante prevalentemente nel Cilento e nella Piana del Sele, dedita sistematicamente alla commissione di furti di rame e materiali ferrosi ai danni della rete di illuminazione pubblica e aziende private. Nella circostanza, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Vallo della Lucania e richiesta dalla locale Procura, vennero arrestate 6 persone e denunciate altre 18, con il contestuale sequestro di materiale e opifici per un valore di 12 milioni di euro.

Nelle maglie della giustizia non cadde però il 28enne rumeno che al momento della retata si rese irreperibile insieme ad altri. Lo stesso, arrestato e sottoposto ai domiciliari sempre per furto aggravato, è stato raggiunto dai Carabinieri di Ogliastro Cilento che hanno dato esecuzione al mandato internazionale arrestandolo di nuovo.






Dopo le operazioni di rito è stato nuovamente sottoposto ai domiciliari, mentre continuano i controlli da parte dei Carabinieri della Compagnia di Agropoli per contrastare i reati predatori su tutto il territorio cilentano.

– Chiara Di Miele –























Un commento

  1. Domiciliari???? In Romania non sarebbe stato trattato con i guanti bianchi della giustizia Italica…!!!
    Starebbe marcendo in una cella 2×2.

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*