Processo Chernobyl: prossima udienza il 25 febbraio



















Si è tenuta questa mattina, presso il Tribunale di Salerno, l’udienza del processo Chernobyl: nonostante l’assenza di molti avvocati per la giornata di astensione organizzata dall’OUA, la seduta ha avuto comunque luogo.

Il gup Dolores Zarone aveva fissato questa nuova data nell’udienza dello scorso gennaio per poter dare la parola agli avvocati che non avevano avuto la possibilità di farlo, quando si iniziò a valutare la legittimità delle Associazioni e degli Enti che si sono costituiti parte civile; il pm Russo chiese il rinvio a giudizio per tutti gli imputati. La parola oggi è andata alla difesa che ha analizzato alcune intercettazioni telefoniche, ritenendole assolutamente insufficienti a stabilire un collegamento tra le accuse e le persone coinvolte; contestato il reato associativo per gli autotrasportatori e il disastro ambientale; per la difesa, alcuni degli imputati (come risulterebbe da intercettazioni)  non volevano quel tipo di rifiuti perché contenente metalli pesanti non smaltibili.

Il gup Zarone ha fissato la prossima udienza il 25 febbraio alle ore 9, 00. Presenti a Salerno, ancora una volta, Fra’ Luigi D’Auria e Roberto De Luca, consapevoli che il comitato #dianoinpiena e il Codacons Vallo di Diano debbano essere sentinelle sempre più attive per il nostro territorio, sensibilizzando e tenendo alta l’attenzione sul processo Chernobyl.






– Filomena Chiappardo –

  •  Articolo correlato

31/01/2014 – Processo Chernobyl: Il PM chiede il rinvio a giudizio per tutti gli imputati. Il 20 febbraio la prossima udienza


 

























Comments are closed.