Verrà fatta una perizia sui fucili di scena utilizzati sabato scorso in contrada Dragonara a Potenza nel corso di una rievocazione storica sul brigantaggio durante la quale hanno perso la vita Agostino Tarullo, di 55 anni, e Donato Gianfredi, di 56, a causa dell’esplosione di una delle armi. La perizia è stata già affidata e servirà per capire le cause dello scoppio.

Intanto la Polizia ha continuato a fare i necessari rilievi nella piazzetta dove quella che doveva essere una serata di spettacolo e festeggiamenti si è in seguito trasformata in una tragedia.

Resta da stabilire la data dell’autopsia sui cadaveri dei due figuranti.

Quanto ai due feriti in maniera più grave, invece, un 30enne ha perso l’avambraccio sinistro a causa dell’esplosione, mentre un bambino di 5 anni è stato operato all’ospedale “San Carlo” di Potenza dopo che una scheggia di ferro gli aveva lesionato diaframma, polmone e fegato. Il piccolo, ricoverato in Rianimazione, da questa mattina respira in maniera autonoma.

– Chiara Di Miele –


  • Articoli correlati

31/08/2015 – Potenza, esplosione fucile. Ferito perde un braccio. In Rianimazione bimbo di 5 anni

30/08/2015 – Potenza: esplode fucile durante rievocazione storica, 2 morti e 5 feriti


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*