Pollica: otto anni fa la morte di Vassallo.Da domani il ricordo con “Quando la memoria diventa speranza”























A otto anni dall’impunito omicidio di Angelo Vassallo, la città di Pollica si raccoglie per intitolare alla sua memoria il porto di Acciaroli e per ricordare la sua preziosa eredità di azioni e di ideali.

Domani, martedì 4 e mercoledì 5 settembre è in programma “Quando la memoria diventa speranza”​,una due giorni ricca di eventi, tra i quali spiccano, rispettivamente alle ore 19 e alle ore 20 di mercoledì 5 settembre, la Santa Messa in suffragio nella Chiesa dell’Annunziata e la cerimonia di intitolazione del Porto di Acciaroli​, con la partecipazione del vice governatore della Regione Campania Fulvio Bonavitacola e di Franco Roberti​, assessore regionale alla Sicurezza.

Domani, martedì 4 alle ore 19, invece, presso l’Istituto comprensivo “G.Patroni” di Pollica, il presidio di Libera “Angelo Vassallo” di Pollica presenterà la rappresentazione teatrale “Sui tuoi passi”​, tratta dal libro “La scelta” di Luisa Mattia, una storia di mafia tra omertà e denuncia. Seguirà la presentazione di “Ivo e Otto e la Dieta mediterranea” di Roberta Sandias, libro per bambini finalizzato a divulgare gli effetti benefici di una sana alimentazione. Per l’occasione sarà sancito un gemellaggio tra i presidi di Libera “Angelo Vassallo” di Pollica e di Bologna​.







La due giorni è promossa dal Comune di Pollica in collaborazione con il Comune di Sasso Marconi, Legambiente onlus, Libera contro le mafie, l’Istituto comprensivo G.Patroni” di Pollica, Slow Food, Sprecozero.net, l’Associazione culturale “Sulle orme di Angelo Vassallo” e la Fondazione “Angelo Vassallo”.

Tra gli altri eventi, domani alle ore 18 presso l’Arena del Mare di Acciaroli si terrà l’incontro “11° comandamento: non sprecare – Istituzioni e cittadini contro lo spreco alimentare” ​mentre alle 21.30​, avverrà la deposizione in mare della corona commemorativa​, con l’accensione delle candele della speranza, mentre alle ore 22 il ricordo si chiuderà con una fiaccolata ​per raggiungere il luogo dell’omicidio. Un gesto simbolico e insieme una richiesta di giustizia e verità sulla morte di Vassallo, sulla quale dopo otto anni ancora si brancola nel buio.

Pollica si prepara a due giorni ricchi di emozioni, per mantenere vivo il ricordo del sindaco pescatore, del suo amore per la sua terra e per il suo mare. Ma soprattutto per fare della sua memoria una speranza e un impegno concreto a portare avanti i suoi sogni e la sua idea di bellezza.

Claudia Monaco –



























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*