Polla: minaccia e picchia i familiari per farsi consegnare denaro. Allontanamento da casa per un 32enne

































I Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, al comando del Capitano Davide Acquaviva, hanno notificato una misura cautelare con allontanamento dalla casa familiare ad un 32enne di Polla, pregiudicato, per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate.

I militari della Stazione di Petina, a seguito di una segnalazione dei vicini, sono giunti sul posto a Polla, ieri sera, dove hanno soccorso la madre e l’anziano nonno, ultraottantenne ed invalido che il giovane aveva poco prima percosso e minacciato.

I Carabinieri, dopo aver avviato le indagini, hanno ricostruito ripetuti episodi di crudeltà, sopraffazione ed intimidazione, commessi negli ultimi 10 anni dal giovane nei confronti dei familiari conviventi, quando gli negavano i soldi che utilizzava per l’acquisto di stupefacenti.






Dalle investigazioni dei militari e dalle perizie psicologiche effettuate nei confronti delle vittime l’uomo, nel corso del tempo, aveva mostrato un’indole bestiale, violenta e vessatoria, appropriandosi di tutti i risparmi e degli oggetti preziosi della famiglia, picchiando la propria madre per futili motivi, come il non trovare il pranzo pronto al suo arrivo in casa, costringendo i familiari ad un regime di terrore ed allerta oltre a costringerli a dormire chiusi nelle rispettive stanze per evitare aggressioni notturne rendendo la loro vita intollerabile ed incompatibile con le normali condizioni dell’esistenza.

– Claudia Monaco –





























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*