Polla: Ieri consiglio straordinario. “I nostri gettoni di presenza ad Emanuele Scifo”. Polemiche sulla questione rifiuti

































Consiglio comunale straordinario ieri a Polla. All’ordine del giorno la devoluzione del gettone di presenza a favore di Emanuele Scifo. L’iniziativa, proposta dai consiglieri di minoranza Raffaele Cammardella e Fortunato D’Arista, è stata prontamente accolta dalla amministrazione guidata da Rocco Giuliano.

Emanuele Scifo, infermiere 33enne di Battipaglia, soffre di  una malattia rarissima e ha bisogno di un trapianto multi viscerale, possibile solo presso il Jackson Memorial Hospital di Miami.  Si tratta di un intervento salva vita del costo di un milione di euro. Il consesso cittadino ha approvato all’unanimità la proposta. “Anche se formulata da me e Raffaele Cammardella questa è una iniziativa che riguarda tutto il consiglio comunale. Il sindaco si è subito dimostrato parte attiva. – ha sottolineato Fortunato D’Arista –  E’ questo un piccolo contributo, che sommato a quello di tante altre persone potrebbe salvare la vita a questo giovane”.  L’amministrazione comunale si è inoltre impegnata a farsi portavoce di tale iniziativa anche in sede Anci, invitando tutti i comuni d’Italia a seguire l’esempio di Polla.

Altro punto dibattuto l’alienazione, a favore di un privato cittadino,  di un terreno di proprietà comunale ubicato in Via Campo San Giovanni. Mozione approvata dal consiglio. Infine, seppur non rappresentasse un argomento all’ordine del giorno, è tornata alla ribalta, non senza polemiche, la questione rifiuti. A puntare il dito contro la Giunta Giuliano Raffaele Cammardella. “In data 13 marzo abbiamo richiesto la convocazione di un consiglio comunale straordinario sulla questione. – ha dichiarato – Dopo un primo sì abbiamo assistito a continue posticipazioni. Il sindaco ha poi detto di voler invitare i vertici di Ergon Spa, ma a noi questo non interessa. Noi vogliamo che al più presto la questione venga portata in consiglio”.  Pronta la risposta del Presidente del Consiglio Comunale, Teresa Pascale: “Ho inviato in data 22 marzo una lettera indirizzata a Ergon Spa  invitando gli amministratori a prendere parte alla discussione consiliare. Non ho ancora ricevuto risposta. Prima di allora il consiglio non sarà convocato”. Più morbido il sindaco Giuliano: “Penso che sia interesse di tutti i cittadini che quello sui rifiuti sia un consiglio chiarificatore. La società potrà sicuramente chiarire molti punti sulla questione. Ritengo per tale motivo giusto che i vertici vi prendano parte”.






– Annachiara Di Flora –


 





























Comments are closed.