Padula: Il Liceo Scientifico si trasferisce presso i locali comunali della scuola media



























Il liceo scientifico Pisacane di Padula si trasferisce presso i locali comunali della scuola media sita in via Salita dei Trecento. A riferirlo è l’Assessore alla Pubblica Istruzione della Città di Padula Michela Cimino.

“Si tratta – spiega l’Assessore – di un grande risultato per la nostra Amministrazione Comunale poiché siamo riusciti ad evitare che il liceo scientifico fosse trasferito altrove. Infatti, si era paventato il suo spostamento per la particolare locazione (l’istituto si trova oggi in una zona classificata come R4 dall’autorità di bacino, cioè ad alta pericolosità per frana), ma dopo intense valutazioni ed acquisizioni di pareri, così come si può evincere dalla delibera della Giunta Provinciale di Salerno del 28.03.2014, si è arrivati alla soluzione di mettere a disposizione della Provincia stessa il nostro stabile adibito a scuola media in via Salita dei Trecento per il passaggio del liceo scientifico e, nello stesso tempo, il trasferimento della scuola media presso il plesso scolastico di San Francesco”.

“Questa operazione piuttosto difficile – continua – produce vari risultati positivi, primo tra tutti la necessità di portare le scuole medie al centro del paese per evitare il continuo esodo di alunni che si spostano nei comuni limitrofi, con un notevole calo di iscritti presso le nostre scuole medie, valutazione più volte condivisa con l’attuale dirigente scolastico Francesco Vitale. C’è poi un vantaggio dal punto di vista pubblico. L’operazione porta dei benefici in termini economici per le casse del Comune di Padula: questa operazione rappresenta una boccata di ossigeno fondamentale per il bilancio comunale, nonché per la Provincia di Salerno, che ha raggiunto l’obiettivo del taglio della spesa imposto dalla legge su tutti gli Enti”.







“Voglio ringraziare – conclude l’Ass. Cimino – in modo ufficiale l’Amministrazione Provinciale di Salerno, il presidente Iannone, l’Assessore Nunzio Carpentieri ed i suo collaboratori, il vicesindaco Comuniello e il sindaco Imparato, con i quali ho seguito più da vicino tutto l’iter dell’operazione”.

– Filomena Chiappardo –


 



























Comments are closed.