Padula: l’Amministrazione decide di intitolare la caserma della Polizia Municipale a Joe Petrosino































L’Amministrazione comunale di Padula, guidata dal sindaco Paolo Imparato, con una delibera di giunta, ha deciso di intitolare la caserma della Polizia Municipale al Tenente Joe Petrosino, che, originario di questa terra, emigrò con la famiglia a New York nel 1873 e crebbe nel sobborgo di Little Italy.

Joe Petrosino è il più famoso dei poliziotti italiani d’oltreoceano e nel 1985, in occasione del 125° anniversario della nascita, il 19 ottobre, giorno in cui indossò per la prima volta la divisa del New York Police Department, è stato dichiarato il “Petrosino Day”.

Come scrive il professor Marcello Ravveduto, ricordare Petrosino significa “dare valore ad un’altra Campania. Un uomo del Sud, che partito dall’entroterra salernitano per sfuggire alla miseria, non ha esitato, appena giunto a New York, a ribellarsi ai soprusi della mafia schierandosi dalla parte della legge. Per comprendere quanto sia centrale il mito del ‘poliziotto italiano’ nell’Olimpo degli eroi americani, basta un dato: il Corpo di Polizia di New York durante il Colombus Day sfila seguendo una sua gigantografia. Joe è stato il primo italiano a diventare sia lieutenant che detective”.






Petrosino inoltre è stato insignito della Medaglia d’Oro al valore Civile dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano perché “poliziotto coraggioso e determinato, impegnato in una difficile missione per scoprire i legami tra mafia siciliana e quella di New York, veniva trucidato con quattro colpi di pistola esplosigli alle spalle da un ignoto sicario in un vile agguato. Fulgido esempio di elette virtù civiche ed elevato spirito di servizio, spinti sino all’estremo sacrificio”.

Sulla base di queste considerazioni è scaturita la decisione dell’Amministrazione padulese, anche al fine di non vanificare il sacrificio e l’impegno del poliziotto originario di Padula, con l’auspicio che da essa possa diffondersi un nuovo vento di legalità e di sensibilizzazione delle coscienze verso alti ideali di giustizia e di onestà.

– Miriam Mnagieri –





























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*