Padula: inaugurato il Museo della Certosa, una pinacoteca con le preziose opere dell’Ordine Certosino





































Nella serata di ieri è stato inaugurato presso la Certosa di San Lorenzo a Padula il Museo della Certosa, una pinacoteca dedicata alle preziose opere d’arte dell’Ordine Certosino.

La cerimonia di inaugurazione è stata preceduta da un dibattito moderato dall’assessore alla Cultura del Comune di Padula Filomena Chiappardo, a cui hanno partecipato il sindaco Paolo Imparato, il Direttore della Certosa Anna Maria Romano, l’ex direttore Emilia Alfinito e il direttore della BCC di Buonabitacolo Angelo De Luca.

L’Assessore Chiappardo si è soffermata sull’importanza della valorizzazione del patrimonio artistico e culturale di Padula e sulle iniziative che, nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio 2018, il Comune ha intrapreso per portare tanta gente a visitare non soltanto la Certosa, ma anche gli altri siti di interesse quali il centro storico e la Casa Museo Joe Petrosino.





La direttrice Romano ha ringraziato il Comune e la BCC per la collaborazione e, soprattutto, “il personale dipendente che con la dedizione e le aperture serali consente al pubblico di vedere la Certosa in un’altra atmosfera, e di affezionarsi di più a questa meraviglia“.

Dopo i saluti del sindaco Imparato e del Direttore De Luca, l’ex direttore della Certosa Emilia Alfinito ha infine introdotto la platea alla Pinacoteca, spiegando la disposizione e la provenienza delle tele. “In questi anni il numero dei visitatori della Certosa è cresciuto in maniera considerevole e questo ci inorgoglisce. Ed è con grande soddisfazione – ha dichiarato la dott.ssa Alfinito – che realizziamo un ulteriore obiettivo che avevamo da tempo: avere una collezione permanente, oltre alle mostre e alle esposizioni temporanee. Alcune opere risalgono al ‘500 e potremo ammirarle nella Sala Archivium, il quarto del Priore,  grazie ad un preziosissimo lavoro di restauro“.

– Lorenzo Stavola –

  





























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*