Padula: Ieri convegno “AMAmbiente – Un approccio multidisciplinare al problema dell’abbandono dei rifiuti”



































Si è tenuto ieri mattina, presso l’Aula consiliare in Piazza Umberto I a Padula, il convegno dal titolo “AMAmbiente – Un approccio multidisciplinare al problema dell’abbandono dei rifiuti”, organizzato dal Forum dei Giovani di Padula.

Prosegue l’impegno dei ragazzi del Forum nelle attività di sensibilizzazione alle tematiche ambientali: la giornata ecologica dello scorso luglio, durante la quale furono ripulite dai rifiuti alcune zone di montagna, ha rappresentato l’inizio di un percorso che pone al centro dell’attenzione l’abbandono dei rifiuti, un atteggiamento carico di inciviltà ed ignoranza che mette seriamente in pericolo l’ambiente nel quale viviamo.

L’incontro è stato introdotto dal Coordinatore del Forum Nicola Cestaro e dai saluti del sindaco Paolo Imparato; si è parlato di ecologia dello sviluppo umano, e quindi della convegno rifiuti padula 2capacità degli essere umani di rispondere in modo costruttivo alle trasformazioni che si vanno ad attuare nell’ambiente, argomento proposto dalla psicologa Filomena Vitale, di “ generosità intergenerazionale”, atteggiamento che consentirà di consegnare alle generazioni future un ambiente sano e pulito, di gestione dei rifiuti e pianificazione territoriale con l’ingegnere ambientale Nicoletta Fasanino, proponendo un modello di raccolta “tailor made” ed un impegno maggiore nella programmazione di politiche per l’ambiente che vadano a responsabilizzare maggiormente cittadini e amministrazioni comunali.







L’avvocato Fiammetta Guerra si è soffermata sulle normative vigenti in materia ambientale, partendo dalla Costituzione, che sancisce la tutela dell’ambiente e il diritto alla salute e relazionando poi sul decreto legislativo 152 del 2006, e sul decreto 136/2013, che reca disposizioni volte a far fronte alla grave situazione di emergenza ambientale nel territorio compreso tra le province di Napoli e Caserta, interessato dal fenomeno dei roghi di rifiuti tossici.convegno rifiuti padula 3

A Tommaso Pellegrino, che ha sottolineato l’importanza dell’analisi dei terreni e delle acque, è seguita la testimonianza di Teresa Rotella: il Comitato NO TERNA è un esempio forte di salvaguardia, difesa ed amore del territorio, di chi non abbassa mai la guardia di fronte a coloro che vogliono sfruttare il Vallo di Diano senza rispetto dell’ambiente meraviglioso che lo caratterizza.

E’ importante informare ed educare, coinvolgere le scuole in questo progetto di salvaguardia dell’ambiente, come suggerito dal sindaco Imparato, credendo sempre di più nella raccolta differenziata.

– Filomena Chiappardo –


 































Comments are closed.