Nuovo regolamento privacy. Allo Studio Viglione-Libretti i consigli su come gestire i dati sensibili

































regolamento privacyEntro il prossimo 25 maggio imprese e soggetti pubblici dovranno adeguarsi al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali. Il nuovo Regolamento sulla privacy della Unione Europea 2016/679 sarà applicato in tutti i paesi del vecchio continente andando a sostituire l’attuale codice della Privacy vigente in Italia.

Al nuovo regolamento, in materia di privacy, dovranno adeguarsi tutti coloro che quotidianamente si trovano a gestire dati sensibili. Dovranno mettersi in regola con il nuovo regolamento avvocati, commercialisti, medici, cliniche private e/o convenzionate con il SSN, istituzioni scolastiche, enti pubblici e quanti , quali soggetti pubblici o privati, trattano i dati personali di propri dipendenti, clienti o assistiti.

In un incontro con la responsabile dello Studio di consulenza fiscale e legale Viglione-Libretti, la Dott.ssa Viglione ha spiegato:






Da oltre trent’anni siamo a fianco delle imprese e degli Enti per risolvere le problematiche fiscali e legali che quotidianamente debbono essere affrontate. Anche per questo appuntamento, presso le nostre sedi abbiamo da tempo approntato uno specifico gruppo di lavoro per tale settore. Mettiamo a disposizione il nostro know how maturato dai nostri specialisti, oltre a specifiche competenze di altri professionisti che collaborano con lo studio. A tale scopo è stato programmato un incontro informativo aperto a tutti gli operatori e professionisti per informare gratuitamente e fare chiarezza sulla nuova normativa sulla privacy. Per quanti non potranno assistere a tale programmato incontro, lo studio Viglione – Libretti ha attivo uno sportello informativo per offrire, sempre gratuitamente, alle aziende ed ai cittadini, la possibilità di una prima analisi conoscitiva per valutare i primi interventi necessari per adeguarsi alla nuova normativa”.

Lo Studio Viglione-Libretti offre, altresì, e sempre gratuitamente informazioni circa:

1) bandi e finanziamenti a fondo perduto tra cui il Bando ISI/INAIL riservato alle aziende che presenteranno progetti che vadano a tutelare la salute e la sicurezza sul lavoro;

2) Assunzioni agevolate, previste dalla legge di stabilità per quanti vogliono assumere nuovi dipendenti;

3) Gestione in formato elettronico dei documenti.

Non bisogna sottovalutare la scadenza del 25 maggio, data in cui andrà in vigore il nuovo regolamento sulla privacy, in quanto alle norme che andranno in vigore a partire da tale data sono accompagnate una serie di sanzioni che vanno fino a 20 milioni di euro o 4% del fatturato aziendale oltre ad ulteriori risarcimenti del danno.

Sul sito dello Studio Viglione-Libretti è già possibile consultare il nuovo Regolamento sulla Privacy o, per quanti ne abbiano interesse, reperire l’indirizzo e-mail o i recapiti telefonici.

La Dott.ssa Viglione conclude dicendo che il 25 maggio è una scadenza vicina e necessita non farsi cogliere impreparati.

– Paola Federico –





























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*