Novità sulla revisione degli autoveicoli. Intervista a Giosy Zozzaro del Centro Revisioni “Città Vallo”























Dal prossimo mese di maggio in arrivo importanti novità sulla revisione degli autoveicoli. Intervista a Giosy Zozzaro, responsabile del Centro Revisioni “Città Vallo” di Atena Lucana.

  • Dal prossimo mese di maggio entra in vigore il Certificato di revisione. Cos’è?

“Il certificato di revisione è il nuovo documento ufficiale che i centri di revisione o la Motorizzazione dovranno rilasciare ai proprietari, al termine della revisione e dei controlli del veicolo. A partire dal prossimo 20 maggio, pertanto, in base alle direttive europee, dovrà essere rilasciato questo documento che serve ad eliminare le frodi sul chilometraggio delle auto”.

  •  Cioè?

“Purtroppo è spesso successo in passato che si sia lucrato  sull’abbassamento dei chilometri per far alzare il prezzo dell’auto. Ora non sarà più possibile, perchè sarà obbligatorio registrare il chilometraggio del veicolo nel certificato di revisione i cui dati confluiranno nel Documento Unico dell’auto che sarà caricato sul Portale dell’Automobilista, ed in questo modo sarà subito possibile sapere i chilometri reali dell’auto in vendita o che è stata venduta e acquistata”.






  • Regole più severe, quindi?

“L’obiettivo è di ridurre quanto più possibile gli incidenti mortali. La direttiva europea, infatti, come sostengono anche i responsabili del settore auto dell’Unione Nazionale Consumatori, stimola gli Stati membri dell’Unione europea a migliorare le revisioni periodiche dei veicoli con regole più severe sia per il personale che effettua gli interventi sia per il proprietario del mezzo che diventa garante dello stato del suo veicolo”.

  • Cosa succede se, dopo l’entrata in vigore di questa normativa, si accertasse che questa pratica dovesse continuare ad essere perpetrata?

“Io penso che non convenga a nessuno trasgredire le regole, perché, qualora si accertasse che il contachilometri fosse stato manomesso per abbassare i chilometri percorsi dall’auto, le sanzioni sarebbero abbastanza gravi”.

  • Novità anche per quanto riguarda la scadenza della revisione?

“Assolutamente no. La scadenza della revisione in Italia non cambia. Rimane fermo, pertanto, il termine di ogni due anni per le auto usate e per le auto nuove, invece, la prima revisione scatta dopo 4 anni e le successive ogni 2 anni”.

– redazione –

 



























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*