“Non permettiamo a nessuno di minacciare un nostro militante”. La Lega incontra i cittadini a San Rufo Tra i punti discussi, le recenti minacce al coordinatore Vitolo e il risultato elettorale





































Si è svolta questa mattina, nella sede della Lega Vallo di Diano di San Rufo, una conferenza stampa per commentare gli importanti risultati ottenuti dal partito di Matteo Salvini nel Vallo di Diano, ma anche per esporre l’impegno dei diversi rappresentanti locali a continuare nell’opera di consolidazione delle idee portate avanti.

Punto principale dell’incontro è stata la denuncia contro le minacce di morte subite dal Coordinatore della Lega del Vallo di Diano, Giuseppe Vitolo.







Presenti, tra gli altri, Mariano Falcone, Coordinatore Provinciale della Lega, Giuseppe Vitolo, Coordinatore delle Lega del Vallo di Diano e Fabio Leuzzi, Responsabile Sicurezza e Integrazione.

Il lavoro fatto dai nostri militanti sul territorio ha dato i risultati che abbiamo visto – ha spiegato Mariano Falcone – abbiamo la grossa responsabilità di consolidare e difendere questo risultato, ma non abbiamo problemi perché già dopo le elezioni ci siamo messi al lavoro. Per quanto riguarda le minacce subite da Giuseppe Vitolo, voglio dire ai responsabili che non permettiamo a nessuno di minacciare un nostro militante. Chi minaccia uno di noi è come se minacciasse tutti. Li invitiamo, pertanto, a non rinnovare queste condotte perché avranno dietro tutto il muro della Lega”.

“Per quanto riguarda le minacce che ho subito, penso che siano state più per paura che per altro considerati i risultati ottenuti dalla Lega – ha dichiarato Giuseppe Vitolo la risposta più bella è stato tutto il sostegno ottenuto da parte di tutto il coordinamento. Voglio, in particolare, ringraziare Mariano Falcone”.

I risultati elettorali ottenuti – ha spiegato poi Mariano Falcone hanno voluto premiare quelle che sono state le nostre proposte e le nostre battaglie. Il tutto però non è merito solo di Matteo Salvini ma anche e soprattutto di coloro che lavorano a livello territoriale per portare avanti le idee del partito. La strada è tutta in discesa però non ci dobbiamo fermare. Dobbiamo aprire le porte alla gente comune e agli amministratori che dimostrano di voler far proprio il programma della Lega”.

– Miriam Mangieri –


  • Leggi anche:

3/03/2018 – Muori tu e Salvini”. A San Rufo minacce indirizzate a Giuseppe Vitolo, coordinatore della Lega































18 Commenti

  1. Piccoli fascisti crescono! Si capisce che la storia non e’ il vostro punto di forza.

    • Magari la storia è quella dei partigiani traditori?

      • MASSIMO LORENZI says:

        Traditori di cosa?

        Se non erro, e’ stato Mussolini ed i suoi lacche’ a tradire il Paese trascinandolo in guerra pur sapendo che l’Italia era drammaticamente impreparata a sostenere un conflitto.

        Traditore e” stato il duce e la dissennata politica del suo regime a sottoporre il paese a bombardamenti, lutti, distruzioni, umiliazioni, stupri. privazioni etc. etc.

        Traditore e’ stato Mussolini che ha portato il paese alle campagne militari di conquista di Libia, Etiopia, Somalia attuando ingiustificabili stermini di massa nei confronti di quei popoli.

        Piazzale Loreto non poteva essere altro che il naturale ed ovvio epilogo della storia del piu’ grande traditore della Patria che la storia ricordi

      • Questa è la storia che vo hanno insegnato a scuola… Quella dei voli traditori… Autodefinitisi “Vincitori”
        Per coerenza cominci a rinunciare alla gratifica Natalizia… Al T. F. R..
        Suvvia solerte figlio di Lenin, da novello Badoglio cominci a dare il buon esempio

      • Vi sbarreremo la strada:SEMPRE,A QUALSIASI COSTO E CON TUTTI I MEZZI.

      • VI SBARREREMO LA STRADA:SEMPRE,A QUALSIASI COSTO E CON TUTTI I MEZZI POSSIBILI

    • La storia ??? Si io la conosco ci hanno messo nella testa che i fascisti sono stati cattivi e i partigiani buoni

      • MASSIMO LORENZI says:

        Esimio lettore,

        Probabilmente, anzi, sicuramente, lei ignora drammaticamente le vicende che hanno contraddistinto il ventennio fascista.

        Saggio sarebbe che prima di esprimere giudizi si documentasse sui vili delitti perpetrati da fascisti prima e repubblichini poi. in quel periodo.

        A tal proposito la invito a leggere le dichiarazioni dei pochi superstiti di Sant’Anna di Stazzema, paese i cui la stragrande maggioranza degli abitanti furono trucidati dalle truppe tedesche spallegiate dai fascisti nel 1944.

        La informo che furono i fascisti a condurre. deliberatamente e scientamente, le truppe tedesche in quei luoghi impervi ed irragiungibili, poiche ‘essi pensavano che il borgo desse aiuto e supporto logistico alle forze di liberazione partigiane.
        Risultato fu l’uccisione di 560 persone di cui 130 bambini.

        O, ancora, l’eccidio di inermi cittadini romani compiuto alle fosse Ardeatine.

        E che pensa delle vergognose Leggi Razziali attuate da Mussolini, nei confronti di cittadini italiani rei di essere di origine e religione ebraica?

        O ancora della campagna di occupazione della Grecia, macchiata da innumerevoli fucilazioni sommarie dei patrioti ellenici, e dalla carestia, imposta dal regime fascista, alla popolazione affinché non collaborasse con le forze partigiane anti-occupazione.

        E l’elenco dei delitti operati da costoro e’ molto piu’ consistente di quanto lei sappia, ed il tutto e’ suffragato da indagini i cui esiti di colpevolezza sono evidenti ed incontrovertibili.

        Quindi, prima di esprimere pareri da “Bar dello sport”, legga si informi
        e faccia una profonda riflessione,

  2. Democrito says:

    E poi vuoi mettere la gioia di essere chiamati terroni,marocchini o colera dai vostri amati e votati pupilli!

  3. Niccolo' says:

    Leggete il “Discorso di Pericle agli ateniesi”:se riusciste a comprenderlo,potreste trarne giovamento!

  4. Democrito says:

    Ma che gran lavoratori!Emigrate nelle valli lombarde:non inquinate l’aria del Vallo con il vostro olezzo.

    • Sciacquare la bocca prima di nominare le valli lombarde…visto che hanno sfamato centinaia di genti ONESTE del Vallo costrette ad emigrare per colpa di politiche DISONESTE che probabilmente tu, piccolo omino dalla lingua retrattile, sostieni.
      Angelo Sala Consilina

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*