Nasce la Condotta Slow Food Vallo di Diano-Tanagro per far conoscere le eccellenze del territorio





































E’ stata costituita la nuova Condotta Slow Food “Vallo di Diano e Tanagro” a conclusione di un iter partito circa un anno fa, portato avanti con enfasi e vigore dai componenti del comitato promotore, composto da rappresentati del comprensorio.

Alla presenza del Presidente regionale dell’associazione, Giuseppe Orefice, e del Segretario regionale, Domenico Pontillo, ieri sera sono stati convocati i soci per eleggere il comitato di condotta, che ha nominato Rosanna Raimondo come Fiduciario della nuova Condotta.

Sono già 138 i soci iscritti alla Condotta, che include 3 dei 31 Presidi Slow Food presenti in Campania: Carciofo Bianco di Pertosa, Fagiolo di Casalbuono, Salsiccia e Soppressata del Vallo di Diano.







L’Associazione Slow Food conta più di 100mila iscritti, impegnati nella divulgazione dell’educazione del gusto, del cibo, basandosi sulla biodiversità e sulla conoscenza delle varietà nei luoghi di produzione.

“Slow Food sta diventando globale e le Condotte costituiscono una struttura solida a cui affidare i principi fondamentali della filosofia dell’associazione, al fine di sviluppare e promuovere azioni che valorizzano il territorio – dichiara Giuseppe Orefice – Siamo contenti che si sia formata questa nuova Condotta, in modo da includere nel mondo Slow Food un vasto territorio che ha tante potenzialità“.

Il Comitato di Condotta, formato da 10 membri, ha già iniziato a inquadrare il lavoro da svolgere nei prossimi mesi, impegnandosi nella tutela del cibo buono, pulito e giusto.

Il Comitato di Condotta è convinto che nel territorio ci sono elevate potenzialità e la caratteristica biodiversità diventerà il fulcro della nostra attività – dichiara la fiduciaria Rosanna Raimondo – La Condotta ha bisogno dell’aiuto di tutti i cittadini per realizzare progetti per far conoscere i prodotti di eccellenza del nostro territorio“.

– redazione –































Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*