Nasce il “Corpo di Polizia Locale del Gelbison” nei comuni di Vallo della Lucania, Ceraso e Cannalonga





























È stata approvata una convenzione tra i Comuni di Vallo della Lucania, Ceraso e Cannalonga per la gestione in forma associata della Polizia Locale.

Il nuovo Corpo Intercomunale di Polizia Municipale prende il nome di “Corpo di Polizia Locale del Gelbison” e avrà la sua sede nel Comune di Vallo della Lucania.

Le attività di cui si occuperà il neoistituito Corpo di Polizia Locale saranno quelle di Polizia Amministrativa, Polizia Stradale, Polizia Giudiziaria, Polizia Ambientale, ausilio alla Pubblica Sicurezza e all’ordine pubblico, sicurezza urbana, Protezione Civile e compiti di rappresentanza istituzionale.





Tra le numerose mansioni che il “Gelbison” sarà chiamato a svolgere, sono comprese quelle del rilascio delle autorizzazioni, concessioni e pareri previsti dal Codice della Strada e della regolamentazione locale in materia di circolazione stradale, l’istruttoria e l’esecuzione dei Trattamenti Sanitari Obbligatori e degli Accertamenti Sanitari Obbligatori, la gestione della segnaletica stradale.

Inoltre, in qualità di organo tecnico, avrà la possibilità di formulare proposte ed esprimere pareri per la soluzione di eventuali  problematiche sulla viabilità locale.

Il comando e la direzione del Corpo di Polizia Locale sono affidati a un Comandante, responsabile della struttura.

Per quanto riguarda la parte finanziaria, ogni Comune stanzierà nel proprio bilancio di previsione le risorse necessarie a far fronte alla quota di compartecipazione alle spese e agli oneri del nuovo Corpo, che è alle strette dipendenze, funzionali e amministrative, della Conferenza dei sindaci che ha il compito di impartire le direttive, vigilare sul servizio di Polizia Locale e di adottare i provvedimento previsti dalle leggi e dai regolamenti.

La convenzione è stata stipulata, tra i primi tre Comuni, fino al 2021, ma non sono escluse ulteriori e future adesioni.

– Maria De Paola –

 



























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*