Monte San Giacomo: pugno duro contro il randagismo. Fino a 900 euro di multa per chi abbandona i cani































Per arginare il fenomeno dell’abbandono di cani e la conseguente problematica connessa al randagismo, ma anche per contenere le nascite di cani vaganti sul territorio ed implementare i controlli sull’adempimento all’obbligo di iscrizione dei propri amici a quattro zampe all’anagrafe canina, il sindaco di Monte San Giacomo Raffaele Accetta ha emesso un’ordinanza sulla detenzione e la custodia degli animali d’affezione.

Secondo quanto dettato dall’ordinanza del primo cittadino, dunque, i proprietari dei cani devono assicurare la custodia corretta degli animali curandone lo stato di salute ed il generale benessere, evitando il loro maltrattamento e iscrivendoli, così come previsto dalla legge, all’anagrafe canina con la conseguente applicazione del microchip di identificazione.

I cani da pastore utilizzati per la custodia di greggi e mandrie possono essere tenuti sciolti e senza museruola solo nel territorio rurale del Comune e quando il bestiame transita sulla strada. E’ vietato abbandonare gli animali domestici, selvatici o appartenenti alla fauna autoctona ed esotica in qualsiasi punto del territorio comunale e, quando si accompagnano a passeggio i propri cani, è obbligatorio munirsi del kit per la pulizia e la raccolta delle deiezioni solide.





Nei luoghi pubblici è vietato condurre il cane con un guinzaglio a lunghezza variabile e ad una misura non superiore ad un metro e mezzo, così come è obbligatorio utilizzare guinzaglio e museruola per i cani di grossa taglia e per quelli a rischio di aggressività.

Diverse sono le sanzioni a cui vanno incontro i proprietari di cani che non rispetteranno i punti dell’ordinanza, tra cui una fino a 464 euro per la mancata iscrizione all’anagrafe canina, fino a 929 euro per l’abbandono di cani o altri animali domestici, fino a 300 euro per la mancata rimozione degli escrementi sulle strade o in luoghi pubblici e per chi conduce il cane senza l’adeguato guinzaglio.

– Chiara Di Miele –





























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*