Meningite. Il pediatra Luigi D’Alvano:“E’ sempre raccomandato vaccinare” “Non esiste al momento nessuna epidemia da meningite”







Cresce la preoccupazione per la meningite, in seguito ai casi registrati in Italia nelle ultime settimane. Una situazione che ha creato notevoli perplessità riguardo l’efficacia del vaccino. Ne abbiamo parlato con il dottor Luigi D’Alvano, pediatra di Teggiano, che ha fornito alcuni chiarimenti soprattutto sui piccoli pazienti.

La malattia è rara ma gravissima e i vaccini consigliati sono sicuri e protettivi nel tempo – riferisce il dottor D’Alvano – vaccinandosi, si protegge anche chi non lo è, limitando fortemente la circolazione degli agenti infettivi. Si vaccinano i nuovi nati, ormai da alcuni anni, contro lo pneumococco e l’emofilo B, con buoni risultati“.

I sintomi della meningite variano, – spiega – al di sotto dell’anno prevale la febbre, la fontanella bombata, la rigidità nucale, ossia la difficoltà a flettere il collo. Nei bambini più grandi compaiono sintomi respiratori come raffreddore e tosse associati alla febbre, fortissimo mal di testa, irritabilità e vomito“.

Non c’è allarme meningite perché i casi annui di malattia sono costanti e l’Italia è uno dei Paesi europei a più bassa incidenza – chiarisce l’efficacia del vaccino però, è buona, arrivando a circa il 90% per tutti i ceppi patogeni. Consiglio di fare il quadrivalente che li contiene tutti meno che il ceppo B: per quest’ultimo conviene che il prezzo scenda, visto che non c’è disponibilità da parte dell’Asl a fornirlo a prezzo di costo. Non siamo, tuttavia, in un periodo epidemico, di grande rischio. Sottolineo la necessità dei richiami visto che la protezione nel tempo sembra calare“.

È sempre raccomandato vaccinare contro la meningite – conclude D’Alvano – le classi più a rischio sono costituite da bambini al di sotto dell’anno di età, persone affette da immunodeficienza congenita o acquisita o in cura con immunosoppressori. Lo consiglio anche ai soldati e agli operatori di comunità come sanitari e insegnanti“.

 Claudia Monaco –




Un commento

  1. Buongiorno Dottore, sono Lisa volevo chiederle un chiarimento:
    Leggo ovunque che il vaccino quadrivalente ACW135Y va fatto dopo i 2 anni di eta! A mia figlia è stato fatto a 17 mesi….cambia qualcosa???
    Devo fate anche vaccino x copertura meningococco B?
    Grazie!!!

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*