Macabro ritrovamento a Capaccio Paestum. Cadavere di una donna emerge sulla spiaggia di Torre di Mare





























 

Un ritrovamento scioccante quello avvenuto questa mattina a Capaccio Paestum sulla spiaggia di località Torre di Mare a poca distanza dall’oasi dunale di Legambiente.

Il corpo senza vita di una donna è emerso sulla riva del mare con la testa coperta dalla sabbia della battigia.





Sconcertati alcuni studenti del Liceo Scientifico di Eboli che si sono accorti per primi del corpo mentre stavano facendo una lezione in spiaggia insieme alla società che gestisce l’oasi dunale. La donna, in stato di decomposizione, era coperta ancora dai vestiti.

Sul posto sono stati allertati i Carabinieri della Compagnia di Agropoli, agli ordini del Capitano Francesco Manna, che dovranno dare un’identità alla sfortunata donna. Intervenuta anche la motovedetta della Guardia Costiera di Agropoli che ha perlustrato lo specchio d’acqua antistante la spiaggia.

Sul corpo è stato effettuato un primo esame esterno a cura del medico legale giunto sulla spiaggia del ritrovamento. La donna, di un’età compresa tra i 30 e 40 anni, vestita con dei leggins ed un giubbotto scuro, è di carnagione chiara ed è priva di documenti di identità. La salma, che non presenta evidenti segni di violenza, è stata portata nell’obitorio del cimitero di Capaccio.

– Chiara Di Miele –

 

























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*