Lotta all’abbandono dei rifiuti a Sapri. Pugno duro per i trasgressori da parte dell’amministrazione





































L’amministrazione comunale di Sapri ha deciso di adottare una linea dura per coloro che verranno sorpresi ad abbandonare rifiuti per le strade della cittadina saprese.

Questa mattina nuovi cumuli di spazzatura sono stati rinvenuti dalla Polizia Municipale e dagli Operatori Ecologici lungo la strada Statale 18, all’altezza del porto di Sapri, in direzione Maratea. La spazzatura raccolta non era composta solamente da buste di semplici rifiuti ma la Polizia Municipale ha segnalato la presenza di rifiuti ingombranti come televisori, autoradio, scaffalature in legno, per i quali non solo c’è bisogno di specifiche operazioni di recupero ma risultano essere anche oggetti altamente inquinanti.




A tal proposito il comune di Sapri ha deciso per l’installazione di telecamere nei punti più sensibili della cittadina allo scopo di individuare e punire con sanzioni anche elevate per coloro che si rendono colpevoli di tale gesto. Ma non solo. Il sindaco Antonio Gentile ha dichiarato di mettere in pratica tutte le misure necessarie per far fronte a tale problema.

Al momento sono in corso delle indagini da parte della Polizia Municipale per individuare gli incivili che commettono tale gesto – ha dichiarato il primo cittadino – E oltre alle sanzioni previste in materia, ho già chiesto agli uffici competenti di predisporre tutti gli adempimenti necessari per l’adozione del Daspo urbano come previsto nel decreto Minniti, che in materia di abbandono dei rifiuti consiste nell’allontanamento per 48 ore della persona colpevole del reato dal territorio”.

Ma il sindaco Gentile ha previsto anche un premio per chi segnalerà alle autorità competenti le persone che abbandonano i rifiuti: “Ho deciso di premiare e di gratificare personalmente chi segnalerà coloro che inquinano e con la loro inciviltà distruggono il nostro paese”.

– Maria Emilia Cobucci –

  





























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*