Campania, terra dei fuochi. Intervista all’on.Nugnes.”L’agricoltura ancora volano della nostra economia”

























In occasione del convegno di sabato 15 febbraio a Castel San Lorenzo, in cui si è discusso dei nuovi modelli di sviluppo in agricoltura per le aree del Vallo di Diano, Val Calore a Costiera Amalfitana, abbiamo ascoltato il parere dell’on. Daniela Nugnes, Assessore all’Agricoltura – Piano di Sviluppo Rurale – Foreste, Caccia e Pesca  della Regione Campania in merito alla delicata questione della terra dei fuochi che rischia di compromettere il comparto agricolo e vanificare la nuova progettualità dei distretti.

D. – On Daniela Nugnes, da Terra dei fuochi ad Agricoltura, quale volano dell’economia?

R. – “L’agricoltura è già volano dell’economia campana, rimane l’unico comparto che ha contribuito ad incrementare il PIL nel 2013.  Abbiamo visto incrementare l’Agricoltura del 13% e l’Agrindustria del 17%, questo ci lascia pensare che la Campania ha una vocazione naturale insieme al turismo con il suo immenso patrimonio. Le vere forzature ci sono state quando si è pensato ad una vocazione industriale. La Terra dei fuochi rimane un aspetto mediatico che ha avuto un vantaggio: ha posto l’attenzione del mondo politico per la prima volta, insieme alla società civile, sull’agricoltura. Ci si è finalmente resi conto dell’importanza della sicurezza alimentare. Non è un gioco a massacro, siamo pronti a fare battaglie, sono pronta a mettere la faccia contro le speculazioni. La ferita se c’è non supera il 2%, tutto il resto è produzione di qualità e di eccellenza, anche grazie ai serrati controlli. Ci invidiano nel resto del mondo”







D. – Nel frattempo molte imprese agricole sono state messe in ginocchio

R. – “Dobbiamo accompagnare in questo percorso di rinascita le imprese agricole oneste. Quelle che hanno terreni sani, perché hanno scelto di non cedere alla camorra. Agli imprenditori agricoli onesti mi sento di dire “non abbandonate”, non posso immaginare una riconversione. Sulla nuova programmazione c’è l’ intenzione di mettere mano a questa fase di accompagnamento delle imprese devastate dalla comunicazione. C’è la giusta intenzione di farle andare verso i mercati esteri dove manteniamo ancora credibilità”.

– Tania Tamburro – 

  •  Articolo correlato

17/02/2014 – Anche il Vallo di Diano all’incontro promotore sui Distretti Agroalimentari a Castel San Lorenzo


 



























Comments are closed.