Lavoratori Consorzio Bacino Salerno 3 ed Ergon spa. Le sigle sindacali minacciano nuove proteste



























Le sigle sindacali FILAS, CISL FP e CGIL FP minacciano una serie di iniziative di protesta se entro la fine di marzo non verrà istituito un tavolo con tutti gli organi competenti per trovare una soluzione ai numerosi problemi che affliggono i lavoratori del Consorzio di Bacino Salerno 3 e della Ergon spa.

I dipendenti da mesi non ricevono lo stipendio e per la maggior parte di loro c’è anche il rischio concreto di licenziamento. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la mancata partecipazione di quasi tutti i sindaci dell’area a sud di Salerno alla riunione che si è tenuta a Salerno in Prefettura per discutere della vicenda e trovare una soluzione condivisa. I sindacati, attraverso un comunicato stampa congiunto, chiedono che “i sindaci del comprensorio del Consorzio SA3 – si legge nella nota – adempiano al corretto ed immediato pagamento dei canoni correnti del servizio, unico elemento che può e deve garantire la sopravvivenza per le famiglie dei lavoratori, e contestualmente, creare la base di serenità sociale affinché si concretizzi quanto previsto dalla nuova legge regionale di riordino del ciclo integrato dei rifiuti a garanzia degli attuali livelli occupazionali”.

– Erminio Cioffi –






 





























Comments are closed.