La Regione Campania e l’Agenzia del Demanio insieme per valorizzare il patrimonio immobiliare pubblico





































regione campania evidenzaLa Regione Campania ha stipulato un protocollo d’intesa con l’Agenzia del Demanio finalizzato all’avvio di iniziative di valorizzazione, razionalizzazione e dismissione del patrimonio immobiliare pubblico nell’ambito del territorio regionale.

Il patrimonio immobiliare del settore pubblico, centrale e territoriale, rappresenta un aspetto sociale ed economico molto importante per il Paese e, attraverso iniziative di valorizzazione e razionalizzazione può costituire un fattore di crescita per l’economia.

La Regione Campania promuove lo sviluppo del proprio territorio e per questo motivo riconosce e garantisce gli strumenti per la realizzazione di politiche sul patrimonio immobiliare.







Nell’ambito del protocollo sottoscritto l’Agenzia del Demanio si impegna a fornire il supporto tecnico- specialistico a favore di Enti pubblici per l’avvio di attività di razionalizzazione e valorizzazione di patrimoni immobiliari pubblici.

Gli obiettivi che si intendono realizzare con la sottoscrizione del patto saranno conseguibili attraverso un percorso finalizzato ad attivare specifiche azioni territoriali volte alla valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico nel territorio della Regione Campania, in accordo con gli altri soggetti pubblici e di categoria, al fine di favorire iniziative di sviluppo di tipo commerciale, terziario, turistico, sociale e culturale, e attraverso operazioni di finanza immobiliare.

L’intesa è finalizzata, inoltre, ad incrementare il livello di risorse pubbliche e private a disposizione delle strategie regionali di sviluppo con particolare con riferimento ad aspetti quali l’housing, inclusione sociale, servizi pubblici (scuole, spazi e contenitori pubblici, riuso), efficienza energetica (riduzione dei costi di gestione e miglioramento delle performance ambientali del patrimonio pubblico e privato), riqualificazione aree dismesse e mobilità.

– Miriam Mangieri –































Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*