Interventi sulla viabilità della Campania. 11,5 miliardi disponibili per strade e infrastrutture Antonio Lombardi, presidente FederCepi Costruzioni:"Auspichiamo che questa possibilità non cada nel vuoto"



















La Struttura Tecnica di Missione per l’Attuazione della Delibera del Comitato interministeriale per la programmazione economica 54/2016 della Regione Campania ha emanato il Decreto Dirigenziale con cui viene approvato l’avviso pubblico per la manifestazione di interesse alla presentazione di progetti coerenti con i programmi di intervento sulla viabilità regionale finanziati con le risorse dei Fondi Sviluppo e Coesione 2014-2020. 11,5 miliardi di euro saranno messi a disposizione per strade e infrastrutture presenti su tutto il territorio campano.

Il Piano Operativo Infrastrutture 2014/2020 approvato dal Cipe ha come obiettivo strategico quello di migliorare la rete stradale e ferroviaria favorendo l’accessibilità ai territori e all’Europa e provvedere alla messa in sicurezza del patrimonio infrastrutturale per una mobilità sicura e sostenibile.

Il Piano è ripartito in sei Assi di Intervento, che comprendono interventi stradali, interventi nel settore ferroviario, interventi per il trasporto urbano e metropolitano, messa in sicurezza del patrimonio infrastrutturale esistente e altri interventi oltre al rinnovo del materiale trasporto pubblico locale-piano sicurezza ferroviaria.






Per accedere al finanziamento è stato emanato un avviso pubblico, con un modello di istanza per la presentazione di una manifestazione d’interesse da parte degli Enti Locali, sia in forma singola che associata, Consorzi ASI, concessionari del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti per la gestione delle reti stradali di interesse nazionale.

5 milioni e 331mila euro sono destinati agli interventi stradali, 2 milioni e 56mila euro agli interventi nel settore ferroviario, 1 milione e 218mila euro agli interventi per il trasporto urbano e metropolitano, 1 milione e 315mila euro alla messa in sicurezza del patrimonio infrastrutturale esistente, 280mila euro ad altri interventi le cui linee d’azione riguardano la sicurezza delle infrastrutture, la mobilità multimodale e sostenibile in ambito regionale ed in ambito urbano, l’accessibilità ai nodi urbani, il rafforzamento dei collegamenti dei nodi secondari alla rete TEN-T per le isole maggiori e 1 milione e 300mila euro per il rinnovo materiale del trasporto pubblico locale ferroviario e su gomma e il Piano sicurezza ferroviaria.

Ancorché con increscioso, inqualificabile ritardo – commenta il presidente di FederCepi Costruzioni, Antonio Lombardiancora una volta viene data alle amministrazioni locali una concreta opportunità di finanziare interventi infrastrutturali e di riqualificazione e manutenzione viaria. Ancora una volta è necessario uno scatto di orgoglio, di efficienza e di tempismo, da parte delle pubbliche amministrazioni locali, Comuni e Consorzi ASI innanzitutto, affinché anche questa ennesima opportunità non sfumi e non rimanga inutilizzata. Sindaci e amministratori, spesso efficientissimi nel sollevare doglianze e rivendicazioni finanziare, hanno ora l’ennesima concreta, tangibile opportunità di finanziare interventi a condizione che le rispettive amministrazioni si caratterizzino per progettualità, efficienza burocratica, tempismo. Auspichiamo che questa possibilità non cada nel vuoto e che anzi possa essere inserita nel quadro di un progetto complessivo di riqualificazione infrastrutturale della Campania in generale e della provincia di Salerno in particolare, che sconta non poche situazioni di estremo degrado, inefficienza inadeguatezza, gap infrastrutturale”.

– Chiara Di Miele –

 

 























Un commento

  1. Tonino B. says:

    Interventi necessari ed urgenti……. saranno???? hai voglia tu!!!!!!!!

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*