In gita con un bus non sicuro. La Polstrada di Sala Consilina blocca il viaggio di una scolaresca































Continuano i controlli effettuati dalla Polizia Stradale di Sala Consilina per garantire la sicurezza durante i viaggi di istruzione degli Istituti scolastici del comprensorio.

Questa mattina è stato fermato il viaggio di una scolaresca appartenente all’Istituto Scolastico Comprensivo di Sassano perchè l’autobus di proprietà della ditta di autolinee che li stava per condurre a Giffoni Valle Piana non ha superato l’ispezione da parte degli agenti della Sottosezione di Sala Consilina. Il veicolo, infatti, è risultato sprovvisto dei necessari dispositivi di sicurezza necessari per affrontare un viaggio sereno. Le porte di emergenza, ad esempio, non si aprivano automaticamente così come richiesto dalla legge.

Alla ditta sono state dunque elevate una serie di sanzioni amministrative, mentre l’autista è stato diffidato dal proseguire il viaggio. Così anche questa mattina sono stati numerosi i giovanissimi studenti rimasti a piedi ad attendere per ore nel piazzale della Sottosezione della Polizia Stradale e gli agenti hanno tempestivamente provveduto a dare ristoro e riparo a circa 100 bambini.






L’ultimo controllo simile risale soltanto a ieri mattina, quando un autobus che stava per portare in gita gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Buonabitacolo-Sanza è stato controllato e fermato per gli stessi motivi.

– Chiara Di Miele –

Le dichiarazioni della Dirigente Scolastica Patrizia Giovanna Pagano:

In riferimento all’articolo pubblicato in data odierna su Ondanews, si precisa, preliminarmente, che la ditta Marmo ha servito la nostra scuola in modo ineccepibile, puntuale e preciso superando positivamente tutti i controlli dei precedenti viaggi d’istruzione compreso quello di ieri effettuato dalla scuola primaria con destinazione Giffoni Valle Piana. Il problema verificatosi in data odierna, blocco della porta d’emergenza, è stato determinato da un eccesso di zelo della Polizia Stradale. Il meccanismo di emergenza, reiteratamente controllato con successo nei vari viaggi d’istruzione fin ora attuati, è rimasto bloccato in quanto non è prevista un’eccessiva sollecitazione di un dispositivo adibito all’emergenza. Ciò ha comportato un semplice ritardo del viaggio. Tanto si segnala al fine di rettificare la notizia data per evitare inutili allarmismi e salvaguardare l’immagine dell’I.C. ‘G. Falcone’ di Sassano“.


  • Leggi anche:

2/5/2018 – Autobus poco sicuro pronto a partire per una gita scolastica. Fermato dalla Polstrada di Sala Consilina

























22 Commenti

  1. Il problema c’è anche sulle linee scolastiche dov’è i ragazzi spesso e volentieri viaggiano ammucchiati ed in piedi in forte sovrannumero, andando contro ogni più elementare norma di sicurezza . Come ha suggerito già qualcuno nei commenti sarebbe molto utile se la Polstrada facesse qualche controllo.

  2. Rocco Panetta says:

    Ricordo che proprio a Sassano, dopo la strage, si è tenuto un incontro sulla SICUREZZA STRADALE con la partecipazione della Dirigente della Sezione Polizia Stradale,dottoressa Grazia Papa, su invito del Sindaco Tommaso Pellegrino. L’affermazione:”si è trattato di un ECCESSO di ZELO della Polizia Stradale, è semplicemente vergognosa Suggerisco a tutti i Dirigenti Scolastici, di inserire nel capitolato di gara per il servizio con autobus, immatricolati NCC( Noleggio Con Conducente),di inserire l’OBBLIGO di uso di autobus con PRIMA IMMATRICOLAZIONE da NON oltre 10 anni dalla data del bando, come si può vedere dalla carta di circolazione. Così avrebbero autobus SICURI, con il CRONOTACHIGRAFO DIGITALE , che consente il CONTROLLO da parte della Polizia Stradale, della SCHEDA magnetica PERSONALE dell ‘autista, con tempi di GUIDA e RIPOSO negli ULTIMI 28 GIORNI. Altro che eccesso di zelo, c’ è l’ ASSENZA di ZELO da parte dei Dirigenti Scolastici, che non si rivolgono, prima, al momento di stipulare il capitolato di gara, a chi è competente in materia, ovvero la Polizia Stradale!

  3. Sono la mamma di uno dei ragazzi,vorrei dire due cose io ero la ieri mattina cara preside dovresti vergognare per quello che a dichiarato, io ringrazio di cuore le forze dell’ordine per tutti i controlli che fanno, stiamo parlando di bambini (cara preside)

  4. Per i Dirigenti scolastici che ignorano un servizio messo a loro disposizione su richiesta

    La Polizia stradale mette a disposizione delle scuole questo servizio

    Le istituzioni scolastiche potranno segnalare alla Stradale i loro viaggi o programmare controlli lungo l’itinerario, che saranno effettuati a campione, inviando richiesta scritta tramite modulo preposto. Inoltre, le scuole potranno richiedere, prima della partenza l’intervento della Sezione polizia stradale della provincia di appartenenza per un controllo del mezzo di trasporto e per la verifica dell’idoneità del veicolo e del conducente.

  5. Non comprendo questo accanimento della preside contro la Polizia stradale che non ha fatto altro che tutelare l’incolumità dei piccoli studenti. Qualche giorno prima nella stessa situazione si sono trovati gli alunni della scuola di Sanza e non mi sembra che la preside di Sanza abbia avuto lo stesso atteggiamento. Veramente incomprensibile ed ingiustificabile l’atteggiamento della preside di Sassano. Assurdo.

  6. Roberto says:

    per i poliziotti e forze dell’ordine che leggono questa pagina (dico questo perchè qualcuno che ha commentato lo conosco)
    se mi posso permettere controllate tutte le autolinee le piccole e le grandi.
    Alcune autolinee fanno viaggiare gli studenti in piedi. Devono essere multati

  7. Perchè ondanews non ha messo il nome della ditta^ ma l’ha scritto solo la preside? Che male c’era nel mettere il nome?
    comunque quello che dice la preside è inaccettabile.

  8. concordo con Villari. Ha ragione

  9. STEFANIA says:

    GRANDE LAVORO DELLA POLIZIA!
    PESSIME DICHIARAZIONI DELLA PRESIDE!

  10. Vincenzo says:

    Quando non si sa la verità non si deve parlare giusto per parlare e una cosa chiara che è arrivato un altro pullman per continuare il viaggio perché il pullman che ha avuto il problema dopo aver effettuato il controllo che stava per ripartire la porta e rimasta bloccata,non credo che si può viaggiare con la porta aperta. Tutto quello che avete letto su quei 2 righi che hanno scritto i giornalisti sono tutte cose false quindi vedete prima la verità è poi parlate. La preside ha fatto una cosa molto giusta, perché il pullman non è stato bloccato che i dispositivi d’emergenza non funzionavano c’è stato solo un blocco dopo aver effettuato il controllo.

    • Francesco says:

      E’ arrivato l’avvocato delle cause perse!! ma vergogna

    • Annamaria says:

      giusto la colpa è dei giornalisti che fanno il loro lavoro,è della polizia che fa il suo lavoro…ahahah ma quante cazzate! Eh già sul piazzale della polizia chi c’era? Ma perfavore! La redazione non dovrebbe approvare queste stronzate!
      Io sono una mamma di quei ragazzi, tu chi sei per scrivere queste cose? si cosa ha dovuto passare mio figlio stamattina???

    • STEFANIA says:

      signori è arrivato quello che sa la verità….altro che polizia…ahahahah

    • Francesco says:

      Per Vincenzo. Dimmi primi chi se tu e poi ti dico chi sono. Se sei chi penso avrai una bella sorpresa nel sapere chi sono io e capirai come mai dico che io conosco la verità ed è uella che c’è scritta negli articoli che sono usciti
      Francesco

  11. Una preside che anzichè plaudire all’azione della Polizia Stradale se la prende con i poliziotti per il loro eccesso di zelo? Ma se avessi una figlia in quella scuola l’andrei a toglierla subito! Viva la Polizia, Viva le Forze dell’ordine che controllano e che fanno rispettare quelle leggi che anche la scuola dovrebbe insegnare ad osservare. O no?

  12. Annamaria says:

    Eccesso di zelo della Polizia Stradale??? Ma scherziamo? PARLIAMO DI RAGAZZI!!!

  13. Giuseppe says:

    Vuoi vedere che alla fine la colpa è della Polizia ? Io sono un genitore di quei ragazzi. Come la mettiamo cara Dirigente?
    Se non c’èera niente di anomalo perchè mio figlio si trovava nel piazzale della Polizia, perchè i due bus erano fermi ma soprattutto erchè è stata chiamata un’altra ditta?
    Ma scherziamo quando parliamo di “eccesso di zelo”? Questa frase sarebbe da denuncia da parte proprio della Polizia.

  14. E mettere anche in dubbio i controli e le verifiche della polstrada! Poveri bambini, in che mani si trovano!

  15. Villari vincenzo says:

    Vergognoso che un dirigente scolastico si preoccupi del buon nome dell’istituto e non della sicurezza dei bambini. Complimenti!!!

  16. Più che fare la dirigente dovrebbe aprire un’autofficina…

  17. Francesco says:

    Ma che ragionemnto è quello della Preside? Assolutamnete ridicolo!

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*