Impianto di compostaggio a Castelnuovo Cilento. Vicinanza (Cisal): “Chiediamo garanzie al Sindaco”































Continua a far discutere il sito di compostaggio di Castelnuovo Cilento.

Dopo l’annuncio del sindaco di Castelnuovo Cilento, Eros Lamaida riguardo l’ok all’impianto di compostaggio per la raccolta dell’organico e le relative rassicurazioni in merito, la Cisal provinciale continua a nutrire dei dubbi in merito.

“Prendo atto delle parole di Lamaida – spiega il sindacalista Cisal Gigi Vicinanza – a cui va riconosciuto di essere stato l’unico al momento che si è assunto una responsabilità di tale portata. Oltre alle dichiarazioni in pompa magna, adesso ci aspettiamo di vedere fatti concreti”.






“Il sindaco assicura che l’impianto sarà a impatto zero – continua Vicinanza – senza pericoli per la salute, che darà lavoro, che sorgerà inoltre in una zona lontana dal centro abitato e che sarà servito da un nuovo svincolo della Cilentana. Se tutto questo fosse confermato si tratterebbe di una vera opportunità di sviluppo capace di creare lavoro”.

Alla luce di questi motivi Vicinanza annuncia di attendere un invito da parte di Lamaida ad un incontro durante il quale tutti i suoi dubbi potranno essere dissolti.

Non sono mai stato contro a priori e non lo sarò nemmeno ora – conclude – ma è necessario vedere concretezza”.

– Claudia Monaco –


  • Articolo correlato:

2/09/2018 – Impianto di compostaggio a Castelnuovo Cilento. Vicinanza (Cisal):”Uno schiaffo al territorio”





























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*