Il Comune di Torraca conferisce la cittadinanza onoraria all’ingegnere Materazzi,padre della Ferrari F40



























Cittadinanza onoraria materazzi 2E’ stata conferita questa mattina al Castello Baronale Palamolla la cittadinanza onoraria del Comune di Torraca all’ingegnere cilentano Nicola Materazzi.

Originario di Caselle in Pittari, Materazzi è stato l‘ideatore e il progettista di numerose auto sportive tra le quali la Lancia Stratos e la Ferrari F40. Definito da una famosa rivista americana “The best engineer”, il miglior ingegnere meccanico di tutti i tempi, Materazzi ha ricevuto questa mattina dal sindaco di Torraca Domenico Bianco, su proposta dello speaker radiofonico Tonino Luppino, l’affettuoso riconoscimento.

Sono onorato di consegnare la nostra cittadinanza all’ingegnere – ha affermato il primo cittadino Bianco è una persona che ha dato lustro alla Ferrari, all’Italia e al nostro territorio”.







Commosso del riconoscimento, l’ingegnere Materazzi ha ribadito le sue origini del sud: “Durante un’ intervista rilasciata a un giornale tedesco la prima cosa detta al giornalista è stata la mia provenienza dal Sud Italia – ha affermato – partire dal Sud poteva essere considerato un limite ma nel mio caso non lo è stato”.

E a proposito del suo lavoro , quarantasette anni di carriera e trentotto progetti all’attivo, Materazzi ha detto: “Il segreto della buona riuscita di un lavoro è la passione, senza di essa non si arriva da nessuna parte”.

Presente all’incontro anche il consigliere provinciale Pasquale Sorrentino: “È stato un privilegio per me condividere con voi questo momento altissimo – ha spiegato – la storia dell’ingegnere Materazzi e di persone ome lui possono solo arricchire il nostro bagaglio culturale”.

Presenti anche due club Ferrari calabresi che hanno voluto consegnare un piccolo riconoscimento al padre della Ferrari F40.

– Maria Emilia Cobucci –

Ferrari Cittadinanza Onoraria a Materazzi Cittadinanza onoraria a Materazzi, padre della Ferrari



























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*