Il Commissario Mascherpa a Teggiano. A lezione di legalità con i funzionari della Questura di Salerno























Nel mese di marzo le scuole primarie di San Marco e Prato Perillo, su iniziativa dell’insegnante Giovanni Trotta dell’Istituto Comprensivo di Teggiano hanno aderito al progetto promosso dal Ministero dell’Interno “Pretendiamo legalità, a scuola con il Commissario Mascherpa” con questionari e mini-spot a fumetto che hanno visto il percorso di legalità  finalizzarsi nell’incontro tenutosi giovedì 17 maggio presso il Centro “Piergiorgio Frassati” a Prato Perillo di Teggiano. Sono intervenuti il Commissario Capo Vincenzo Alagia della Squadra Mobile della Questura di Salerno e l’Assistente Capo Valeria Berardi della divisione di Polizia Scientifica.

Lezione accolta con entusiasmo da parte di alunni, genitori, dagli insegnanti e dal Dirigente Scolastico Salvatore Gallo. Il dottor Alagia ha illustrato in maniera egregia i temi caldi del bullismo, del cyberbullismo, dei compiti della Polizia di Stato in sinergia con le altre forze armate sul territorio nazionale. I pericoli della rete e le trappole in cui i giovani naviganti possano incorrere hanno costituito il momento di maggiore partecipazione degli alunni che hanno posto interrogativi sempre esauditi con raccomandazioni e rispetto dei dettati normativi.

E’ stata promossa all’interno della lezione la nuova applicazione della Polizia di Stato per smartphone e cellulari “You Pol” al fine di segnalare in tempo reale gravi violazioni inerenti al bullismo e al traffico di stupefacenti. L’Assistente Capo Valeria Berardi della divisione di Polizia Scientifica ha tenuto una dimostrazione pratica dei rilevamenti delle impronte digitali e di tutti quegli accorgimenti che investono la scena di un crimine.







Tra l’entusiasmo generale i funzionari hanno distribuito il “Diaro della Polizia di Stato  2018-2019”, progetto dedicato alle classi terze, future quarte.

Il Commissario Capo Alagia a conclusione dell’incontro ha tenuto a ribadire che in Italia quella tra cittadino e legalità è una relazione sempre molto sofferta che va affrontata con educazione e senso di dovere e civiltà, a partire già dalla scuola primaria. Il dirigente scolastico ha espresso sincere parole di apprezzamento per l’iniziativa della Polizia di Stato, ringraziando i relatori per la loro professionalità e per l’empatia che hanno saputo suscitare nei ragazzi.

– Chiara Di Miele –

















Un commento

  1. Rocco Panetta says:

    Mi chiedo come farà la Polizia di Stato ad intervenire a 90 km di distanza, quella tra la Questura di SALERNO e Teggiano, quando i ragazzi useranno l’applicazione ” You Pol” per il bullismo e la droga. Occorre istituire un COMMISSARIATO della Polizia di Stato a Sala Consilina, con giurisdizione su TUTTO il Vallo di Diano.

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*