Il 6 maggio Emanuele Filiberto di Savoia visita il Cilento per il 100° anniversario della Grande Guerra L'erede di Casa Savoia sarà ospite ad Agropoli, Santa Maria di Castellabate e San Marco di Castellabate

































Domenica 6 maggio Emanuele Filiberto di Savoia sarà in visita nel Cilento per partecipare ad una serie di iniziative di interesse storico-culturale e a scopo solidale nella ricorrenza del 100° anniversario dalla vittoria della Grande Guerra, che portò all’effettivo compimento dell’Unità nazionale.

L’evento è organizzato dagli Ordini dinastici di Casa Savoia (delegazione per la Campania e vicariato di Salerno) e dall’Istituto nazionale per la Guardia d’onore alle Reali tombe del Pantheon (delegazioni di Napoli e Salerno).

Il nipote dell’ultimo re d’Italia inizierà la sua visita incontrando alle ore 10.00 le autorità civili e militari presso il Castello angioino-aragonese di Agropoli e alle ore 11.00 si recherà presso il Museo del Grand Tour, sempre ad Agropoli.






Alle ore 16.00 sarà a Santa Maria di Castellabate per inaugurare la mostra “La Grande Guerra attraverso le illustrazioni de ‘La Domenica del Corriere’“, che rimarrà allestita presso Villa Matarazzo fino al 12 maggio. L’esposizione, accreditata a livello di interesse nazionale dalla Struttura di missione per le Celebrazioni del Centenario della Grande Guerra della Presidenza del Consiglio dei Ministri, potrà essere visitata dalle scolaresche e da tutti gli interessati negli orari 10.30-12.00 e 18.00-19.30.

Alle ore 18.00 Emanuele Filiberto si sposterà a San Marco di Castellabate per assistere ad una solenne celebrazione eucaristica nella chiesa di San Marco Evangelista presieduta dal parroco, don Pasquale Gargione, cappellano degli Ordini dinastici. Alle ore 20.00 parteciperà, infine, ad una cena di beneficenza presso l’Hotel Hermitage di San Marco. Il ricavato della serata sarà destinato alla realizzazione di un giardino pubblico con arredi per bambini a Castellabate.

Emanuele Filiberto di Savoia, dopo aver visitato Napoli nei mesi scorsi, ha aderito con grande interesse alle iniziative programmate nel Cilento – spiega il delegato per la Campania degli Ordini dinastici di Casa Savoia, Gerardo Mariano Rocco di Torrepadula – per promuovere una mostra di grande valenza culturale e per incoraggiare una raccolta benefica per attività filantropiche promossa dagli Ordini dinastici a favore del territorio cilentano“.

Il percorso espositivo sulla Grande Guerra – spiega il vicario per Salerno degli Ordini, Salvatore Guzziè formato da 34 pannelli illustrati (cm 100 X 150) raffiguranti le copertine de ‘La Domenica del Corriere’ del periodo bellico. È un’occasione di approfondimento, un excursus storico realizzato attraverso la forza di immagini dal grande potere evocativo. Ci auguriamo, pertanto, che numerose scuole vogliano visitarla nella settimana in cui resterà a Santa Maria. L’allestimento a Villa Matarazzo è stato reso possibile grazie alla disponibilità dell’Ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, nella persona del presidente Tommaso Pellegrino, che ringraziamo di cuore“.

– Chiara Di Miele –





























2 Commenti

  1. è una storiella vecchia e risaputa…..

  2. Salvatore says:

    La sera dell’8 settembre 1943, in coincidenza con l’annuncio dell’armistizio siglato cinque giorni prima da Vittorio Emanuele III, vari comandi e presidi italiani in Patria e all’estero venivano attaccati o sopraffatti dai tedeschi, sicché il Re e il governo Badoglio temevano un colpo di mano nazista per impadronirsi della capitale (intervento che poi puntualmente avvenne e fu completato il 10 settembre). Anziché organizzare la difesa della capitale – ciò che pure era militarmente possibile, come poi attestato dagli stessi tedeschi – decisero di allontanarsi precipitosamente da Roma. QUESTI ERANO I SAVOIARDI, prima ha svenduto la Patria poi sono scappati all’estero lasciando i loro sudditi ed il loro esercito semza guida e semza possibilità di difendersi!!!

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*