“I camper non possono più sostare dove vogliono”. Il sindaco di Camerota emette un’ordinanza





























L’Amministrazione comunale di Camerota, guidata dal sindaco Mario Salvatore Scarpitta, ha intrapreso un percorso di razionalizzazione e disciplina delle aree di sosta all’interno del circuito cittadino, in particolare, della frazione Marina, prevedendo la possibilità di parcheggiare lungo le strade del centro urbano, idonee ad una sosta prolungata che non intralci la circolazione.

La qualità dell’ambiente urbano si misura in termini di facile accessibilità e massima fruibilità e, per questo motivo, è intenzione dell’Amministrazione realizzare la pedonalizzazione del centro storico, sempre più affollato da turisti, sia italiani che stranieri, al fine di migliorarne la qualità e la vivibilità, esaltando la sua destinazione di “centro commerciale naturale” e di riferimento culturale, turistico e di aggregazione sociale di un territorio extracittadino.

A Camerota è in corso una complessiva riorganizzazione del sistema mobilità del Comune, comprendente un riordino del sistema pubblico della sosta e del servizio di gestione dei parcheggi nel territorio comunale. L’Amministrazione intende realizzare in materia le seguenti misure: sosta e parcheggio con e senza custodia, distinzioni della durata di sosta, specie di veicoli ammessi al parcheggio tale per cui, laddove riservato un apposito spazio alla sosta di una determinata categoria di veicoli, tale destinazione assuma carattere di esclusività, destinazione a parcheggio di zone cittadine con pagamento progressivo o differenziato in base alla durata.








Il primo cittadino di Camerota ordina perciò che è fatto divieto permanente ai camper e agli autoarticolati di sostare in tutte le aree che non siano destinate espressamente alla sosta di tali veicoli.

I trasgressori saranno punti con le sanzioni amministrative e penali previste dalla legge e per violazione dei regolamenti comunali.

– Miriam Mangieri –





























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*