Gioia ed emozione per l’ordinazione presbiterale di don Angelo Pellegrino di Caselle in Pittari La partecipata cerimonia è stata celebrata nella Concattedrale di Policastro Bussentino





































Una Concattedrale gremita di persone ha visto ieri pomeriggio a Policastro Bussentino l’ordinazione presbiterale di Angelo Pellegrino, proveniente dalla parrocchia “Maria Santissima Assunta” di Caselle in Pittari e seminarista nella piccola comunità di Aquara. Entrambe le comunità, di Caselle e di Aquara, erano presenti per partecipare con gioia all’ordinazione di questo nuovo giovane molto amato e stimato da tutti i suoi concittadini.

L’ordinazione di don Angelo Pellegrino è stata celebrata dal Vescovo della Diocesi di Teggiano-Policastro, S.E. Mons. Antonio De Luca che durante l’omelia ha illustrato a tutti i fedeli presenti il valore e il significato della vocazione pastorale, sentimento alla base di ogni percorso pastorale.

La vocazione – ha spiegato il Vescovo De Luca- nasce per arginare le forme di peccato, di cuore diviso e lacerato.  La vocazione è sacrificio ed è fatta di un solo sì ma di tanti no. E don Angelo oggi risponderà sì a questo progetto di vita che ha intrapreso nel quale sono inclusi tanti no che esprimeranno la sua fedeltà alla vocazione e al ministero. Un prete intraprende un viaggio faticoso perché un prete non è un qualunquista della vita, non pensa e non ragiona come gli altri. È un uomo di speranza e se perde la speranza perde tutta la sua essenza”.




Finita l’omelia ha avuto inizio il rito dell’ordinazione con molta emozione e commozione da parte di Angelo Pellegrino che come si è soliti fare subito dopo ha salutato personalmente tutti i presenti in fila per un primo abbraccio.

– Maria Emilia Cobucci –

 

 

  





























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*