Gesto di solidarietà a Satriano di Lucania. Danneggiano la “panchina rossa” ma un volontario la aggiusta



















 

Prima l’atto vandalico con l’imbrattamento della panchina rossa, simbolo della lotta alla violenza sulle donne, poi l’opera volontaria di un cittadino per farla ritornare alla sua originalità e “cancellare” un gesto poco bello.

E’ successo a Satriano di Lucania. Ignoti hanno danneggiato la panchina e cancellato parte di una citazione di William Shakespeare dipinta sul rosso: “La donna uscì dalla costola dell’uomo, non dai piedi per essere calpestata, non dalla testa per essere superiore ma dal lato, per essere uguale, sotto il braccio per essere protetta, accanto al cuore per essere amata”.






Indignazione per l’accaduto, con i responsabili non individuati. Ma a risolvere il tutto ci ha pensato un cittadino, Michele Pascale, che si è messo al lavoro e ha sistemato il tutto. La panchina è stata inaugurata il 23 aprile dell’anno scorso, nell’area antistante la sede dell’Accademia del Peperoncino dell’Appennino Lucano, con la collaborazione della Commissione Regionale per le Pari Opportunità della Regione Basilicata e del Comune.

Un gesto inquietante, un atto vandalico. Condanniamo quanto accaduto e vogliamo sperare che si tratti solo di una bravata di qualche ragazzino. Certo se così fosse non sarebbe comunque giustificato, ma allieverebbe il triste accaduto”, ha sottolineato Michele Miglionico, presidente dell’Accademia Peperoncino piccante dell’Appennino Lucano, che ha voluto la panchina. Poi l’appello: “Siamo una bella comunità, non sporchiamoci di gesti simili, non alimentiamo odio e divisioni, ma cerchiamo di costruire insieme serenità”.

– Claudio Buono –























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*