Fisco 2018. Ecobonus al 65% per le caldaie da una proposta di Valentina D’Acunti, ingegnere di Montesano



















Una giovane eccellenza valdianese tra i protagonisti della Legge di Bilancio 2018 che ridisegna gli incentivi sulla casa.

Si tratta di Valentina D’Acunti, ingegnere originario di Arenabianca di Montesano sulla Marcellana e membro del team Assotermica che ha predisposto la proposta di emendamento. La D’Acunti ha fatto parte della delegazione che ha presentato il lavoro ai membri delle commissioni parlamentari interessate.

La Legge di Bilancio 2018, dopo l’ok alla Camera, ha ottenuto anche l’ok al Senato: tra le misure approvate, si trova anche l’ecobonus al 65% per le caldaie in classe A con termovalvole.






L’incentivo previsto dalla prima bozza di di disegno di legge del bilancio prevedeva indistintamente di incentivare con il 50% di detrazione tutti i tipi di caldaie a condensazione senza premiare le tecnologie più performanti. La proposta accolta e presentata dal team di Valentina D’Acunti promuove invece le tecnologie più avanzate: per tutti i tipi di impianti la detrazione sarà del 50%, come anche per le caldaie a condensazione di classe energetica. Con la caldaia a termoregolazione evoluta e che prevedono termovalvole, invece, il bonus sarà al 65%.

L’ecobonus permetterà enormi vantaggi dal punto di vista della tutela e salvaguardia dell’ambiente, una tematica particolarmente sentita dal paese di origine del giovane ingegnere e che vanta il titolo di “Comune ad Alta Sostenibilità Ambientale”.

Valentina D’Acunti è ingegnere meccanico ed è Responsabile delle strategie normative presso un’azienda leader del settore del riscaldamento oltre ad essere capogruppo C “Caldaie a gas per usi civili” di Assotermica.

– Claudia Monaco –

























Un commento

  1. Come se le caldaie di classe A con termovalvole nn inquinassero.
    Il presente e il prossimo futuro sono le Pompe di calore ad alta efficienza… basta con questi apparecchi che bruciano materia e inquinano.

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*