Fiera TTG di Rimini. Corrado Matera presenta la strategia di promozione turistica della Campania "Oggi possiamo affermare di aver conseguito traguardi significativi"































Si conclude oggi la 55^ edizione della Fiera TTG di Rimini, il principale appuntamento internazionale dedicato al turismo B2B in Italia.

Presente la Regione Campania con il Presidente Vincenzo De Luca, la Provincia di Salerno con il Presidente Giuseppe Canfora, presente anche in qualità di presidente dell’Upi regionale, l’assessore regionale allo Sviluppo e Promozione del Turismo Corrado Matera, il presidente di Unioncamere Campania Andrea Prete e il presidente del Coordinamento regionale dei distretti turistici campani Vincenzo Marrazzo.

Questa piazza turistica internazionale ha offerto l’occasione per tracciare un resoconto degli obiettivi raggiunti e per presentare le novità progettuali avviate nell’ambito dell’offerta turistica e culturale.






Nel corso di una conferenza stampa presso il nuovo stand istituzionale dal titolo “In Campania…Ieri, Oggi, Rimani” è stato illustrato il calendario degli appuntamenti che si sono svolti presso l’esposizione della Campania. Uno spazio di 600 metri quadrati che ospita oltre 170 soggetti tra aziende del settore, consorzi, associazioni ed istituzioni. Di questi, 99 sono aziende che usufruiscono delle agende acquisite dalla Regione per gli incontri B2B. Nel corso dei tre giorni, conferenze ed incontri con i rappresentanti dei territori si sono alternati alle degustazioni di piatti tipici, ispirati alla cucina pompeiana, a cura dei distretti turistici della Campania. 300 i Comuni della Campania che hanno aderito all’iniziativa.

D’intesa con il Presidente De Luca si è programmata una strategia di sviluppo e promozione che ha rilanciato il ruolo del turismo, mettendo in rete l’intero territorio regionale, diversificandone l’offerta e salvaguardandone le specificità – dichiara l’assessore Matera – Abbiamo realizzato interventi di integrazione che partono dal progetto ‘Il Cammino delle Certose’ per approdare alla valorizzazione dei piccoli borghi e degli itinerari dei Siti Unesco, riscoprendo la vocazione religiosa della Campania attraverso ‘I percorsi dell’anima’, con una tappa ad Assisi per il Cammino di San Francesco. Un impegno straordinario per potenziare il piano di mobilità turistica, dalle Vie del Mare all’Alta Velocità nel Cilento, dai treni storici al collegamento intermodale nel Vallo di Diano. Con il progetto delle 14 grandi stazioni abbiamo promosso una nuova campagna di comunicazione della Campania quale meta turistica per tutto l’anno“.

Grande attenzione è stata anche riservata al patrimonio enogastronomico con il disegno di legge dedicato alla Dieta Mediterranea e alla realizzazione della guida enogastronomica fatta in occasione della celebrazione dell’Anno del Cibo. E’ stata rafforzata la rete museale regionale ed è stato riorganizzato anche il sistema fieristico, proiettando così la Campania sui mercati nazionali ed internazionali.

Oggi possiamo affermare di aver conseguito traguardi significativi, frutto di un lavoro intenso e costante che abbiamo condiviso con chi in questi due anni, a partire dal 2016, mi ha supportato, fornendo preziosi contributi – continua – Avverto il dovere di ringraziare le figure dirigenziali apicali con cui ho collaborato l’avvocato Carannante, la dottoressa Somma e la dottoressa Romano. Grazie anche a chi ha curato l’attuazione dei progetti, la dottoressa Auricchio, il dottor Adinolfi e l’intera struttura amministrativa. Nel prossimo mese di novembre apriremo il nostro show-room a Milano, vetrina permanente delle nostre eccellenze. Nel 2019 sarà ampliata l’offerta della linea aerea con la previsione dello scalo Napoli-New York, al fine di esplorare nuovi mercati. La nuova immagine della Campania verrà presentata con maggiore slancio nei nostri aeroporti per accogliere e prepararci alle Universiadi”.

La Campania alla Fiera del Turismo di Rimini riconferma le grandi potenzialità di un settore in crescita, ma che deve fare molto di più – dichiara il Presidente Vincenzo De Luca –  Ne abbiamo tutte le possibilità e soprattutto le potenzialità. Abbiamo un patrimonio culturale, artistico e ambientale unico, da Napoli città-mondo con i suoi tesori, alla Reggia di Caserta.  Da Pompei, i Campi Flegrei, Paestum e Velia, alle nostre coste, ai territori interni incontaminati. Poi i nostri musei, le nostre iniziative che mettiamo in rete, i nostri progetti in corso, sono tutti elementi che contribuiscono all’incremento del nostro turismo. Ma rilancio dell’industria turismo vuol dire anche organizzazione, capacità di rendere le nostre città vivibili, accoglienti, sicure”.

– Annamaria Lotierzo – 





























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*