Felice Trotta,giovane sassofonista di Sassano,in Crimea tra i protagonisti di un concerto internazionale





































 

E’ la storia di un sogno e di una passione che nascono a Sassano, paese di origine di Felice Trotta, sassofonista di soli 20 anni, allievo del Conservatorio “Gioacchino Rossini” di Pesaro e già con diverse prestigiose partecipazioni all’attivo. L’ultima in ordine di tempo arriva dalla Crimea dove il giovane talento ha suonato nel corso di un concerto organizzato dalla fondazione del Festival Internazionale “Palazzi di San Pietroburgo” che si è tenuto nel teatro greco di Sebastopoli, l’antica Khersones, alla presenza di personalità di spicco della politica e della cultura russa.

Si tratta della manifestazione culturale più importante della nazione organizzata da Maria Safariants, una famosissima violinista russa. Era presente tra il pubblico anche il Presidente della Crimea, Vladimir Costantinov.







Felice si è esibito con la “Italian Saxophone Orchestra“, composta da 12 sassofonisti diretti dal Maestro Federico Mondelci, musicista e didatta di fama internazionale. Un gruppo unico nel suo genere in Italia, costituito nel 1985 e che ha tenuto concerti in Italia e nel mondo. Nell’orchestra si esibiscono tutti gli strumenti della famiglia dei sassofoni, dal sopranino al soprano, passando per il contralto, il tenore, il baritono e il basso. Il repertorio spazia dalle trascrizioni classiche, alle composizioni originali del ‘900, fino ai brani contemporanei e al jazz.

Emozionato e decisamente soddisfatto il giovane sassofonista sassanese, ritornato in Italia soltanto da poche ore, per aver suonato con docenti e affermati professionisti. “Aver preso parte a questo concerto, – dichiara ad Ondanews – in un contesto così prestigioso, è la coronazione di un sogno. Quando è arrivata la convocazione da parte del Maestro Mondelci, mio insegnante al Conservatorio di Pesaro e da sempre mio mito e ispiratore, non potevo crederci. È un privilegio riservato a pochi!”.

– Chiara Di Miele –

 

  

































Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*