Federalismo demaniale. Il Comune di Capaccio Paestum acquisisce beni dello Stato a Torre di Mare

































La Direzione Regionale per la Campania dell’Agenzia del Demanio ha dato parere positivo al trasferimento al Comune di Capaccio Paestum, nell’ambito della normativa sul Federalismo Demaniale, di beni appartenenti al Demanio dello Stato in località Torre di Mare.

Entreranno, dunque, a titolo non oneroso, nelle disponibilità dell’Ente delle aree demaniali ricadenti in località Torre di Mare in prossimità dell’arenile e del centro logistico dell’Esercito Italiano, nell’ambito del quale ricade anche la struttura balneare “Cinzia”. La superficie totale delle aree demaniali che saranno trasferite è di circa 1500 mq per un controvalore inventariale che sarà stabilito all’atto della firma del decreto di trasferimento. Ora, infatti, il Comune dovrà dare entro trenta giorni la disponibilità per la sottoscrizione del decreto definitivo di trasferimento delle aree.

Tali beni, nel rispetto della normativa vigente, saranno destinati per finalità pubblico-istituzionali.






Anche in quest’occasione, l’iter procedurale si è concluso positivamente grazie alla sinergia istituzionale con l’Agenzia del Demanio-Direzione Regionale per la Campania, con in testa il Direttore regionale Edoardo Maggini, il Funzionario responsabile dei servizi territoriali dell’Agenzia del Demanio per la Provincia di Salerno, Luca Franzese, e grazie al lavoro svolto dal Referente tecnico per le procedure del Servizio Patrimonio del Comune di Capaccio Paestum, Fioravante Gallo.

Si tratta per il Comune di Capaccio Paestum della prosecuzione di un’attività intensa che ha portato nel primo anno di Amministrazione Palumbo all’acquisizione, a titolo non oneroso, da parte dell’Ente di numerosi beni di proprietà del Demanio dello Stato lungo la fascia costiera, oltre all’approvazione del Regolamento per la Gestione del Demanio Marittimo.

È un altro risultato molto importante per l’Amministrazione comunale grazie alle opportunità previste dal Federalismo Demaniale. – commenta il sindaco Franco PalumboProseguiamo, quindi, a pianificare un unico grande progetto di sviluppo per la fascia costiera che passa attraverso la tutela e la valorizzazione del patrimonio pubblico. È stato svolto un lavoro eccellente dal referente tecnico del Servizio Patrimonio dell’Ente, Fioravante Gallo, così come mi preme sottolineare la grande sinergia istituzionale creatasi con la Direzione Regionale per la Campania dell’Agenzia del Demanio. Continueremo nella stessa direzione per acquisire al patrimonio dell’Ente anche il mercato ortofrutticolo e le canalette dismesse del Consorzio Bonifica di Paestum“.

– Chiara Di Miele –

























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*