Elezioni politiche. Nel Vallo di Diano vince il centrodestra. Boom del M5S, disfatta del PD























Una schiacciante vittoria del Movimento 5 Stelle, partito più votato del Paese, l’inaspettato sorpasso della Lega su Forza Italia all’interno della coalizione di centrodestra ed una vera e propria disfatta del Partito Democratico di Matteo Renzi sono i dati che emergono dopo la tornata elettorale di ieri sia a livello nazionale sia, in parte, per quel che riguarda i risultati usciti fuori dalle urne della provincia di Salerno e del Vallo di Diano. Sono Luigi Di Maio e Matteo Salvini, dunque, gli indiscussi vincitori di queste elezioni politiche caratterizzate dalla nuova legge elettorale, il cosiddetto Rosatellum che prevede un sistema misto, per cui un terzo dei seggi verrà assegnato con il maggioritario e due terzi con il proporzionale.

Alta l’affluenza ai seggi che si è attestata complessivamente attorno al 73%, al 72,44% in provincia di Salerno.

Nel Collegio uninominale alla Camera dei Deputati “Agropoli”, che raccoglie anche gli elettori del Vallo di Diano e degli Alburni, con oltre il 34% si attesta sul primo gradino del podio la coalizione di centrodestra rappresentata dalla candidata Marzia Ferraioli (Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia), seguita da Alessia D’Alessandro del Movimento 5 Stelle che supera il 31% e dal candidato della coalizione di centrosinistra Franco Alfieri (Partito Democratico, Civica Popolare Lorenzin, Italia Europa Insieme, +Europa) con oltre il 26% dei consensi. Più del 3% per la lista “Liberi e Uguali” che ha schierato in campo il vicesindaco di Sala Consilina Luigi Giordano.






Nel Collegio Campania 03 – Battipaglia al Senato della Repubblica, invece, si afferma Francesco Castiello del Movimento 5 Stelle con più del 37% dei voti, seguito dal sindaco di Castellabate Costabile Spinelli, candidato della coalizione di centrodestra, e Filomena Gallo in rappresentanza della coalizione di centrosinistra e nome di +Europa di Emma Bonino con poco più del 18%.

I dati del Vallo di Diano rispecchiano di gran lunga quelli nazionali, con il centrodestra che spopola in quasi tutti i paesi (vengono fuori in particolar modo i numeri ottenuti alla Camera dove stravince a Padula con 1.391 voti, a Polla con 1256 voti, a Sala Consilina con 2.284 preferenze, a Sassano con 1.054 voti e a Teggiano con 1661 voti; al Senato vince a Sala Consilina con 2520 voti, a Teggiano con 1488 voti), seguito da un Movimento 5 Stelle che fa registrare dati eccezionali (alla Camera 1492 preferenze a Montesano sulla Marcellana2.242 a Sala Consilina, 1228 a Teggiano; al Senato da sottolinare i 1361 voti a Montesano, 2373 a Sala Consilina e 1026 a Teggiano). Esigui e inaspettati, anche nel comprensorio valdianese i cui comuni sono guidati per la maggior parte da sindaci di centrosinistra, i dati relativi alla coalizione trainata dal PD di Renzi (il centrosinistra vince solo nella Sant’Arsenio del sindaco Donato Pica con 509 preferenze alla Camera e 483 al Senato e a Pertosa con 133 voti al Senato).

E se la Lega di Salvini ha stupito tutta Italia sorpassando con forza il partito di Silvio Berlusconi, non ha lasciato meno stupore per i risultati conseguiti anche nel Vallo di Diano. Tra gli altri emergono i dati di Sala Consilina (398 al Senato – 342 alla Camera) e di Teggiano (304 voti al Senato – 361 alla Camera).

E mentre Di Maio esulta, esprimendo “un’emozione indescrivibile“, e Salvini punta ad “una squadra di governo di centrodestra“, Matteo Renzi pensa alle dimissioni da segretario del partito. Un partito che, anche nella roccaforte di Vincenzo De Luca, a Salerno come in provincia, ha incassato un duro colpo. A tratti, forse, addirittura inaspettato.

– Chiara Di Miele –


  • Articoli correlati:

CLICCA QUI per i risultati del Vallo di Diano e della provincia di Salerno alla Camera dei deputati.

CLICCA QUI per i risultati del Vallo di Diano e della provincia di Salerno al Senato della Repubblica.

CLICCA QUI PER I DATI SULL’AFFLUENZA



























12 Commenti

  1. Libera@italy.it says:

    Allo Staff Editoriale la critica era rivolta poiché danno voce a chi vuole ‘asfaltare’ l’avversario politico, piuttosto di sentirvi offesi dovreste ringraziare chi vi ha mosso un’osservazione legittima e vi ricordo che Antonio per ciò che ha scritto è perseguibile secondo l’articolo 612 del Codice Penale e voi con lui per avergli offerto spazio.
    Quanto ad Antonio, sulla cui costanza nel leggere ho qualche dubbio, gli ricordo che il suo voto vale quanto il mio e pertanto quando lo esprime è responsabile per sé e per gli altri. Salvini prima era contro i meridionali, poi ha scoperto che votano e quindi è contro 600.000 immigrati (solo perchè non votano). Antonio, tu cosa ci guadagni a sostenere un mazzolatore fascista che giura sul Vangelo? Non ci sono bastare le Leggi Razzisti del 1938? Quando cresciamo?

  2. La riflessione che mi va di fare è la seguente:
    quando si può liberamente esprimere il proprio pensiero con elezioni a livello nazionale si vota in un modo, quanto si è controllati o soggiogati da clientele e corruttele varie in un altro.
    Ciò accade mirabilmente nel vallo di Diano (e in generale nel sud-italia) dove da decenni vincono gli stessi sindaci e abbiamo a che fare con le stesse facce allergiche a qualsiasi rinnovamento: vedi Teggiano, Polla, Sant’Arsenio e via discutendo.
    Purtroppo ce lo possiamo dire in faccia: il nostro è un territorio estremamente disperato e povero dove la gente si vende anche per la 100 euro che danno allo scrutatore e, a mio parere, l’unica alternativa è fuggire.

  3. GiuseppeS says:

    E il Pd del Vallo? la maggior parte dei sindaci sono pd, andavano tutti dietro ad Alfieri fregandosene che l’unico del posto che ce la poteva fare era Tommaso Pellegrino ma hanno preferito le fritture….

  4. Massimo says:

    Vai avanti capitano!!!

  5. Non capisco tutti questi voti alla Lega. Perchè? Perchè?

  6. Il m5s primo partito. La Lega senza quella finta coalizione non sarebbe niente come non sarebbe niente Salvini, uno che ha prima denigrato noi meridionali trattandoci come ora trattano gli extracomunitari e poi è venuto a cercare i voti al sud. Forza m5s

  7. Libera@italy.it says:

    Quanto alla censura di OndaNews c’è da chiedersi quanto il filtro sia intelligente. Censura le riflessioni equilibrate e lascia spazio ai delinquenti.

    • lo staff says:

      Ma che sta dicendo? Ma quale censura? Se vuole commentare, è libero di farlo. Il commento se rispetta il nostro regolamento viene approvato altrimenti non viene approvato.
      Siamo in democrazia e si rispettano le regole che però in questo caso lei non ha violato. Quindi, che senso ha scrivere questi commenti? Prima di chiedersi se il filtro sia intelligente, chiediamoci se lo è anche il commento

  8. Libera@italy.it says:

    Caro Antonio, asfalta la strada della tua educazione civica e giuridica. Sei un delinquente non un Italiano se parli a quel modo. Ricorda poi che il tuo idolo Salvini parlando come te ha sostenuto che i Napoletani puzzano. Poi prima giura sul Vangelo e poi vuole cacciare a pedate il prossimo bisognoso. Se uno così ti rappresenta, forse il tuo spirito critico è fuori uso. Più che da esempio è da scomunica. E tu da denuncia.

    • Antonio says:

      Educazione civica….giuridica…delinquente…spirito critico è fuori uso…. esempio è da scomunica….mamma mia che parole…e tu per chi avresti votato? un altro grullo?? ma vai vai. Salvini c’è, esiste ed esisterà fattene una ragione!

  9. Antonio says:

    Ottimo per iniziare. Ora bisogna asfaltare anche il movimento 5 stelle. Grande Salvini.

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*