Danni al territorio dopo ghiaccio e neve. Il Comune di Montesano chiede lo stato di emergenza il sindaco Rinaldi: "Il bilancio economico è in ginocchio per i ripetuti interventi"































 

Danni da emergenza neve e condizioni economiche finanziarie poco idilliache portano a chiedere risposte concrete agi Enti sovracomunali.

È quanto accade a Montesano sulla Marcellana dove il sindaco Giuseppe Rinaldi, nei giorni scorsi, ha inviato una lettera al Dipartimento Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, alla Regione Campania, alla Prefettura di Salerno, alla Comunità Montana Vallo di Diano e alla Provincia per chiedere aiuto nella gestione delle conseguenze dovute all’emergenza neve vissuta un mese fa e nel 2017.





“Le intense nevicate – si legge nella missiva – hanno provocato problemi estremamente gravi alla popolazione. Tempestivamente, inviamo la richiesta per lo stato di emergenza per condizioni climatiche gravissime. Per garantire assistenza sanitaria, personale e stradale questa Amministrazione è dovuta intervenire con affidamenti in somma urgenza a ditte abilitate allo spazzamento neve, con dei costi che hanno concretamente messo in ginocchio il bilancio comunale. Attualmente, non sussistono più le condizioni economico-finanziarie per fronteggiare un solo altro giorno di allerta meteo”.

Se da un lato – continua – si chiede con normative severe al sindaco di essere l’unico responsabile alla Protezione Civile, dall’altra bisogna dargli mezzi e risorse necessarie. I settori più colpiti sono edilizia ed agricoltura. Chiediamo un ausilio in termini economici e laddove possibile un indennizzo al settore privato-produttivo”.

Non bisogna abbandonare i Comuni – è il commento del sindaco Rinaldi – mi auguro che le emergenze territoriali siano priorità nell’agenda del futuro governo. I piccoli territori sono il cuore pulsante di una Nazione”.

– Claudia Monaco –





























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*