Da Garone Habitat di Polla sistemi di sicurezza a prova di ladri con i nuovi infissi antintrusione





































La presenza di un sistema di allarme non elimina del tutto il rischio di furti, mentre un sistema di chiusure di massima sicurezza protegge la casa dai malintenzionati.

Gli infissi antinstrusione dell’azienda Garone Habitat di Polla, grazie alla ferramenta, ai vetri e alle opportune tecniche di posa in opera, sono in grado di opporre un’efficace resistenza ai tentativi di scardinamento.

Garone Habitat offre infissi antintrusione, su richiesta dei clienti, con tre diversi livelli di sicurezza: un livello minimo, consigliato per le finestre di casa, un livello avanzato, adatto a contesti urbani e comunque non isolati ed un livello massimo di sicurezza, indicato in contesti isolati.





Nel primo caso, grazie ai nottolini antistrappo in acciaio, capaci di sopportare spinte fino a 300 kg, i serramenti resistono alle tecniche di effrazione più diffuse (sblocco delle maniglie e forzature delle finestre con calci, pugni o spallate).

Nel secondo caso, i serramenti sono in grado di resistere ai tentativi di forzatura con strumenti facili da reperire e da nascondere (cacciaviti, cunei, tenaglie e martelli). Gli infissi antitrusione superano le prove stabilite dalla normativa europea in Classe di Resistenza 2 (RC2). Il nottolino antistrappo chiude in speciali incontri in acciaio temprato e diventa un forte punto di chiusura che permette alla finestra di resistere a prove di scasso manuale, a spinte fino a 300 chilogrammi e a impatti dinamici con peso di 50 chilogrammi.

Nel terzo caso, i serramenti devono resistere allo scassinatore esperto ed attrezzato che tenta di entrare in casa, usando strumenti evoluti come: piede di porco, cacciavite, cunei, tenaglie e martelli. Gli infissi superano i test di scasso manuale, attacchi con piede di porco e spinte fino a 600 chilogrammi.

La chiusura di massima sicurezza, grazie al doppio granaio contrapposto in acciaio, impedisce al ladro di scardinare l’anta sia per sollevamento che per strappo e resiste a prove di scasso, a spinte fino a 600 kg e a impatti dinamici con peso di 50 chilogrammi.

Per maggiori info è possibile recarsi presso l’azienda Garone Habitat nell’area industriale di Polla.

– Claudia Monaco –


-messaggio pubblicitario con finalità promozionale –





























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*