Cuccioli di cane lasciati morire di stenti e abbandonati a Montesano sulla Marcellana

































Triste scoperta, questa mattina, a Montesano sulla Marcellana dove sono stati ritrovati sette cuccioli di cane morti e abbandonati in località Porcile.

In una strada di campagna, i sette cuccioli appena nati erano ammassati dentro una cassetta della frutta in bella vista lungo la strada e senza nessun rispetto per le regole igienico-sanitarie.

Un episodio che denuncia ed evidenzia, ancora una volta, il crescente fenomeno dell’abbandono e di un mancato rispetto delle campagne informative in favore della sterilizzazione.






L’allarme crescente, più volte denunciato nella maggior parte dei comuni del comprensorio valdianese, è quello che il “fai da te” stia diventando più efficace rispetto alle norme vigenti, anche se questo comporta atti crudeli e poco leciti. Polpette avvelenate, fili spinati, sacchetti di plastica, colpi di fucile: sono solo alcuni dei metodi a cui ricorrono diverse persone per fronteggiare la delicata tematica del randagismo.

A primo impatto, i cuccioli, dei meticci, sono morti di stenti e freddo, abbandonati da chi non è a conoscenza o fa finta di non ricordare che per prevenire le cucciolate indesiderate bisogna sterilizzare le femmine o farsi affiancare e consigliare da un medico veterinario o dall’ASL.

Sul posto della scoperta anche le Guardie Ambientali Zoofile del Mediterraneo, sezione di Montesano sulla Marcellana, che hanno provveduto a segnalare e denunciare l’accaduto.

– Claudia Monaco –

 





























2 Commenti

  1. Che tenerezza ma come si fà? Poveri cuccioli…..

  2. Chi ha abbandonatoi i piccoli cuccioli non ha cuore, sono persone crudeli. Perché come hanno fatto questo gesto, sono capaci di tutto. Vergognatevi.

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*