Cosimo Sibilia designato unico candidato alla presidenza della Lega Nazionale Dilettanti












Anche la Campania, come avvenuto negli altri comitati regionali della Figc, ha designato per acclamazione Cosimo Sibilia quale candidato unico alla presidenza della Lega Nazionale Dilettanti. Un’ ulteriore affermazione arrivata proprio nella sua regione che lo vede, dallo scorso aprile, ricoprire anche il ruolo di Commissario straordinario dopo che il Comitato è finito nel mirino non solo della Procura Federale, ma anche della giustizia ordinaria per la gestione.

Nella sede napoletana della stazione marittima si sono presentate circa 300 società che hanno eletto anche i 12 rappresentanti all’assemblea nazionale.

All’attesissima riunione nel capoluogo partenopeo una numerosa presenza di fedelissimi dell’ex presidente Pastore, squalificato per 3 anni e mezzo, risultato il grande sconfitto. I suoi delegati hanno raccolto solo poche decine di voti a fronte di una pioggia di consensi per i 12 che fiancheggiavano il presidente Cosimo Sibilia.

Importante affermazione per i tre candidati della provincia di Salerno: Alfano di Campagna, Grisi di Colliano e Inverso di Agropoli.  Soddisfatto per come sono andate le cose in questa assemblea anche il delegato della Figc di Sala Consilina Gerardo Lobosco: “E’ stato il giusto epilogo dopo mesi di lavoro e di grande abnegazione da parte di Sibilia e dei suoi stretti collaboratori. Il risultato ottenuto va nella direzione che la stragrande maggioranza delle società della nostra regione chiedevano da anni. D’ora in avanti si può guardare con più fiducia al futuro ed anche la fase commissariale potrà trovare un suo epilogo positivo con la convocazione dell’assemblea per eleggere i nuovi organi direttivi del comitato Campania che per numero di società è il secondo d’Italia.”

Bisogna  sottolineare che non c’è incompatibilità per Sibilia – ha proseguito Lobosco – nel ricoprire il nuovo incarico di presidente della Lega Dilettanti e quello di Commissario straordinario in Campania, dove può restare fino al prossimo 30 giugno ma questa data potrebbe anche prorogarsi, anche se lo stesso Sibilia si augura che si arrivi prima ad una soluzione diversa che riporti la nostra regione sulla scia delle altre.”

“Mi piace sottolineare – conclude Gerardo Lobosco – che con questo risultato si è data una spallata a chi ha cercato in tutti i modi di ostacolarci anche in questa circostanza, a quanti volevano rendere questo comitato una casa di vetro e portare il vento di pulizia e di rinnovamento e di legalità che sono mancati negli ultimi 20 anni di gestione. Possiamo dire che si apre, con Sibilia alla guida del calcio dilettantistico nazionale, un nuovo ciclo e l’auspicio che il calcio dilettantistico anche in Campania possa vivere una stagione di rinascita in tutte le sue componenti”. 

– redazione – 


 




Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*