Conflitto a fuoco a Pontecagnano. Perde la vita albanese ferito dopo un inseguimento dei Carabinieri L'uomo si trovava a bordo di un'auto rubata segnalata dal COA di Sala Consilina in A2























Attimi di terrore ieri sera a Pontecagnano dove, dopo un inseguimento, T.J., un 42enne albanese, è stato colpito da un proiettile al torace.

L’uomo si trovava a bordo di una Fiat Croma rubata, insieme ad altri due complici, lungo l’autostrada A2 del Mediterraneo. L’auto, infatti, è stata segnalata all’altezza dello svincolo di Pontecagnano Sud dal Centro Operativo Autostradale della Polizia di Sala Consilina.

I tre, dopo aver capito di essere stati intercettati e di essere inseguiti dai Carabinieri della Compagnia di Battipaglia, hanno lasciato la Croma e hanno tentato di far perdere le proprie tracce fuggendo a piedi, in direzioni diverse, nelle campagne circostanti l’autostrada.







Un militare in borghese, libero dal servizio, ha seguito proprio il 42enne e, credendolo armato, si sarebbe abbassato e dopo questa manovra avrebbe involontariamente sparato il colpo che ha raggiunto il torace dell’albanese che è caduto a terra.

Sul posto sono stati allertati i sanitari del 118 che hanno trasportato l’uomo all’ospedale “Ruggi” di Salerno. Qui è stato necessario un lungo intervento chirurgico per riuscire ad estrarre il proiettile. I militari dell’Arma hanno effettuato i rilievi del caso, anche per tentare di risalire all’identità dei due complici che hanno lasciato perdere le proprie tracce dopo la fuga.

AGGIORNAMENTO ORE 15.15 T.J. non ce l’ha fatta e ha smesso di vivere nell’ospedale salernitano a causa della gravità delle ferite riportate.

– Chiara Di Miele –



























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*