Commemorazione della morte di Joe Petrosino. In Sicilia anche una delegazione da Padula – FOTO e VIDEO –



















Una serie di importanti appuntamenti ha scandito la permanenza in Sicilia della delegazione guidata dall’Associazione Internazionale Joe Petrosino, con il pronipote Nino Melito Petrosino, il presidente Giovanni Cancellaro ed accompagnata dal sindaco Paolo Imparato, dall’assessore Tiziana Bove Ferrigno e da tanti cittadini che hanno voluto onorare a Palermo la memoria del famoso detective Petrosino, nato a Padula nel 1860, prima vittima di mafia come appartenente alle forze dell’ordine.

Ad aprire gli appuntamenti ufficiali è stato l’incontro, presso la Residenza Universitaria “San Severio”, con Roberto Trapani della Petina, presidente dell’Istituto Superiore per la Difesa delle Tradizioni, e con gli artisti Gabriele Venanzio e Federica Saletta, autori rispettivamente di una statua del famoso poliziotto e di una tela raffigurante “Nostra Signora della Legalità”, opere donate alla Città di Padula e all’Associazione Joe Petrosino. Ricordato in questa sede anche Jack Cuomo, uno dei pilastri dell’Associazione che ha sede in America, che si è spento negli scorsi giorni.

La delegazione è stata poi accolta dal sindaco di Corleone, Lea Savona, presso il C.I.D.M.A. (Centro Internazionale di Documentazione sulla mafia e movimento antimafia), nel quale sono conservati i documenti del Maxi – processo, che ha segnato una tappa fondamentale contro Cosa Nostra e successivamente presso la sede municipale in forma ufficiale. Corleone, da tempo tristemente associata al fenomeno mafioso, negli ultimi anni sta cercando di affrancarsi dalla pesante etichetta di “capitale della mafia”: il riscatto della cittadina deve essere perseguito puntando sulla cultura della legalità.






Le celebrazioni del 12 marzo a Piazza Marina, giorno della morte del detective Petrosino, hanno avuto inizio con un dibattito presso l’Hotel de France e sono poi proseguite nel pomeriggio alla presenza di autorità civili e militari: Sergio Cirelli, presidente dell’ANPS sez. New York- New Jersey intitolata proprio al famoso poliziotto, con la quale l’Ass. Internazionale Joe Petrosino ha instaurato un proficuo rapporto di collaborazione, ha voluto essere presente arrivando direttamente dagli Stati Uniti.

Il sindaco Leoluca Orlando ha poi accolto la delegazione presso il Palazzo delle Aquile per un incontro istituzionale, seguito dalla presentazione del libro di Anna Maria Corradini “L’omicidio di Joe Petrosino – misteri e rivelazioni”, lavoro basato sulle fonti storico – documentarie riguardanti il caso Petrosino, su documenti dell’Archivio di Stato di Palermo e su articoli di giornali dell’epoca.

– Filomena Chiappardo –


  • Guarde le interviste


 


 























Comments are closed.