Caselle in Pittari: Acqua nella benzina. 12 auto danneggiate





























Carburante composto da acqua mista a gasolio ed un’accentuata presenza di sostanza gelatinosa di colore scuro. A farne le spese sarebbero state una dozzina di autovetture che, nel periodo compreso tra dicembre e gennaio scorso, hanno subito seri danni al sistema di alimentazione.

Nel mirino una stazione di servizio ubicata nel territorio comunale di Caselle in Pittari dove le autovetture hanno effettuato rifornimento, il cui incidente è stato già ammesso da parte della multinazionale che ha provveduto a comunicare ai rispettivi proprietari delle autovetture danneggiate di riconoscere i danni. C’è chi, però, a fronte di un danno di oltre 5.000 euro subito, si è visto riconosciuto un risarcimento di appena 1.300 euro.

“E’ semplicemente assurdo – riferisce uno dei malcapitati automobilisti, il farmacista Pino Citera, difeso dall’avvocato Assunta Antonucci – Dopo aver subito degli inconvenienti gravissimi a causa del danneggiamento della mia autovettura (una Touareg marca Wolkswagen) e dopo che il danno derivante dal carburante che ha compromesso il sistema di alimentazione in quanto presentava tracce di acqua e altra sostanza anomala è stato valutato  oltre 5.000 euro, vedermi riconosciuta una somma di tre volte inferiore solo perché la mia autovettura ha dieci anni di vita, è semplicemente assurdo. D’accordo con il mio legale – conclude – continuerò questa battaglia che è una battaglia di civiltà, fino a quando non mi sarà risarcito interamente il danno subito”.





– redazione –


 

























Comments are closed.