Calcio: Il Valdiano frena in casa in modo brusco. Il Real Vallo dopo tre mesi ritorna a fare punti e spera





























Soltanto un mese fa sembrava che per il Valdiano si spalancassero le porte dell’eccellenza, con il distacco di 8 lunghezze messo fra sè e le più dirette antagoniste: Real Pontecagnano e Costa D’Amalfi. Sono bastati un pareggio senza reti contro il modesto Volcei e la rocambolesca sconfitta, per come è maturata, al “Vertucci” contro la Picciola, per far riaprire in modo clamoroso il discorso promozione.

Ora, il ritardo del Real Pontecagnano è di sole tre lunghezze e non c’è il Costa D’Amalfi che, al pari degli azulgrana di Tudisco, ha perso malamente con il Miranda. Nel girone di ritorno, la squadra cara al patron Carmine Cardinale ha cominciato a viaggiare con il freno tirato e questo di certo ha finito per mettere nuovamente in corsa il Real Pontegnano. Alla compagine di Villecco va il merito di non aver mai mollato e di averci creduto ed ora, con questo distacco minimo a sei giornate dalla conclusione, nei picentini si torna a sperare in modo legittimo. Il Valdiano, dal canto suo, deve archiviare al più presto questo passo falso arrivato dopo una sequela di risultati utili (17) e di vittorie centrate sul campo amico (11) in altrettante partite giocate prima di ieri e mantenere saldi i nervi per evitare che dopo la beffa rimediata nella passata stagione non si viva lo stesso incubo. Sono autorizzati gli scongiuri da parte dei sostenitori della squadra della “Principessa Costanza”. E dopo un digiuno durato ben 90 giorni, il Real Vallo Sant’Arsenio ritorna a smuovere la classifica. Lo fa nello “scontro tra poveri” con l’Evoli, con il fanali che segue di una lunghezza i ragazzi di Gentile, i quali hanno sperato anche nella vittoria ma sono stati acciuffati nel finale. L’obiettivo salvezza resta molto difficile ma questo punto può rappresentare una iniezione di fiducia per riuscire almeno a giocarsi la permanenza in promozione attraverso i play out. Gli ultimi 540’ saranno decisivi per le sorti future del club caro al presidente Angelo Greco. 

– Gerardo Lobosco –








 



























Comments are closed.