Il Vallo di Diano ed il Tanagro nella morsa del gelo. Due località isolate a Caggiano A Sala Consilina una perdita d'acqua provoca il congelamento di due auto - FOTOGALLERY -



































Prosegue l’ondata di neve e gelo nel Vallo di Diano e nella zona del Tanagro.

Questa mattina Caggiano si è svegliato con temperature intorno ai 9 gradi sotto lo zero e i cumuli di neve in alcuni punti raggiungono 1,5 metri di altezza.








“Il problema più grande al momento è il ghiaccio ma la situazione è sotto controllo – spiega il sindaco Giovanni Caggiano In questi giorni abbiamo garantito la percorribilità delle strade dell’intero territorio. Solo nelle località Forluso e Ringo la situazione è più critica poiché la neve si è accumulata per quasi 2 metri a causa dalle forti raffiche di vento. Da ieri sera i mezzi della Protezione Civile stanno cercando di raggiungere la famiglia e l’azienda agricola sita in quella zona di Caggiano”.

Un’auto della Polizia Municipale, preceduta da un mezzo spazzaneve, ha accompagnato un anziano dializzato di Caggiano presso l’ospedale di Polla.

La Protezione Civile di Caggiano sta utilizzando un proprio mezzo e due mezzi privati previsti dal piano della Protezione Civile per garantire la percorribilità delle strade. E’ arrivato inoltre altro sale per rendere percorribili le strade e i volontari dell’associazione “VOLA” si occuperanno di spargerlo per il paese.

“Invito i cittadini a usare le auto solo in caso di estrema necessità – conclude il sindaco – e ricordo che il transito sulle strade dell’intero territorio comunale è consentito solo ai veicoli dotati di catene o pneumatici da neve”.

A Sala Consilina una perdita d’acqua dalle tubature di un’abitazione in località San Rocco ha di fatto provocato il congelamento due auto che erano parcheggiate nel punto in cui si è verificata la perdita. Questa mattina i proprietari hanno trovato le loro auto ricoperte da un involucro di ghiaccio. Le bassissime temperature hanno creato anche dei problemi in alcune abitazioni che sono rimaste senz’acqua per diverse ore a causa del congelamento delle tubature.

A San Rufo, per sbloccare l’isolamento in cui versavano soprattutto le località Tempanella, Policeto, Triglio e Piano Marino il sindaco Michele Marmo ha richiesto l’impiego di due cittadini, dividendo le spese con il vice sindaco nell’utilizzo di fondi personali e privati, che con l’ausilio di un trattore hanno sparso oltre 50 quintali di sale per rendere le strade del paese completamente percorribili.

– Rosanna Raimondo – Erminio Cioffi –


  • Articolo Correlato

07/01/2017 – Il 9 gennaio scuole chiuse in alcuni comuni del Vallo di Diano a causa della neve





































Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*