Caggiano: Duecentotrenta euro in 3 anni a chi adotta un cane



















Incentivare l’affidamento dei cani randagi catturati sul territorio comunale al fine di garantirne il benessere ed economizzare le spese derivanti dal mantenimento degli stessi, prevenendo il sovraffollamento delle strutture convenzionate con l’ente. Questo gli obiettivi dell’iniziativa messa in campo dal Comune di Caggiano e finalizzata all’adozione dei randagi ricoverati presso il canile.

Al riguardo i residenti nel comune caggianese o in quelli limitrofi, interessati a ricevere in affidamento un cane, dovranno presentare apposita istanza di affidamento al Servizio di Polizia Municipale. I cani catturati e ricoverati nella struttura convenzionata, potranno essere affidati per tre anni qualora ricorrano determinate condizioni, tra cui: garanzia di adeguato trattamento e l’impegno di mantenere l’animale in buone condizioni in una ambiente idoneo ad ospitarlo, assicurando le cure necessarie. Ad ogni nucleo familiare potranno essere attributi massimo 2 cani. L’affido avrà la durata di 3 anni, dopo di che l’adozione diverrà definitiva, senza più obbligo del pagamento di ulteriore contributo. All’affidatario, a titolo di compartecipazione della spesa, verrà riconosciuto un contributo annuo pari a 100 euro per il primo anno, 80 per il secondo e 50 per il terzo. In caso di maltrattamento, abbandono o smarrimento del cane, la concessione del contributo sarà revocata.

– Cono D’Elia –







 

























Comments are closed.