Caduta massi da un costone a Satriano di Lucania. Il sindaco: “La Regione Basilicata intervenga presto”

































  

Prima la caduta massi iniziata nel settembre 2016, poi il sopralluogo dei tecnici della Regione Basilicata e infine la stima per i lavori di circa 45mila euro. Ma ad oggi però tutto tace. Tutto e tutti, eccetto Vincenzo Pascale, sindaco di Satriano di Lucania, che alza la voce e chiede un immediato intervento degli uffici regionali per il finanziamento che consentirebbe i lavori per la risoluzione del problema della caduta massi dal costone roccioso denominato “Madonna della Rocca”, situato nel centro abitato.

Tutto ha avuto inizio 20 mesi fa, ma i massi, seppur più piccoli, continuano a cadere, e il Ssindaco lancia l’allarme: “Ad oggi tutto tace. Ho sollecitato più volte gli uffici competenti della Regione, ma al momento non è stato finanziato un centesimo al Comune di Satriano di Lucania. La situazione sta peggiorando, e nessun intervento di messa in sicurezza è stato possibile effettuare”.






Nelle ultime settimane i massi sono continuati a cadere, creando pericolo per la pubblica e privata incolumità.

Con le piogge incessanti degli ultimi giorni la situazioni si è particolarmente aggravata”, ha sottolineato Pascale. La strada sottostante si presenta disconnessa e in un tratto si è sollevata di una quindicina di centimetri.

Ho sollecitato più volte l’erogazione delle somme – conclude Pascale – più volte comunicato la situazione legata alla pericolosità dell’area in quanto trattasi di una via principale che conduce al di fuori del centro abitato. Non sappiamo più cos’altro fare. Se dobbiamo aumentare le imposte comunali e gravare sui cittadini, ce lo facessero sapere”.

Un vero e proprio appello quello del sindaco alla Regione, affinché intervenga con urgenza per la risoluzione del problema del costone della Madonna della Rocca.

– Claudio Buono –

  

























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*