Buonabitacolo: il Consiglio tenta di salvare il Comune dal dissesto. Al via recupero dei tributi












Si è tenuta ieri sera, a Buonabitacolo, la seduta di Consiglio comunale. Al centro, la delicata vicenda Bilancio che sta vivendo l’Ente, attualmente in una fase di pre-dissesto finanziario. Una fase, come già annunciato, che l’amministrazione intende revocare riuscendo ad entrare in Bilancio ordinario.

Il tutto, tramite diverse operazioni come la risoluzione delle morosità. Il Consiglio ha votato per assumere un’agenzia di accertamento mentre la riscossione è affidata all’Agenzia dell’Entrate.

Stiamo intraprendendo una serie di iniziative per risolvere la situazione – le parole del sindaco Giancarlo Guerciouna di queste è la morosità perché sono tanti quelli che, negli anni, non hanno pagato i tributi. Questo ha generato un accumulo di debiti. La nostra è un’azione forte“.

“Sarebbe giusto – la proposta di Elia Garone, capogruppo di opposizione – fare una riunione pubblica con i sindaci del passato per capire perché siamo arrivati a questo”.

Rateizzati i debiti tributari nei confronti del Comune e la compensazione nel caso che, Ente e cittadino, siano in una posizione debitoria l’uno verso l’altro; variate anche le aliquote comunali che hanno subito un incremento posizionandosi in linea con gli altri comuni: in caso di revoca del pre-dissesto, l’atto verrà annullato.

Il Consiglio ha infine votato all’unanimità Osvaldo Casalnuovo come Presidente del Consiglio comunale.

Il sindaco Guercio è intervenuto inoltre sull’emergenza acqua vissuta in questi giorni: Il problema è serio sulla rete idrica e si è alimentato a causa di una perdita a Montesano. Stiamo provvedendo ad analizzare la condizione della rete idrica grazie all’installazione di misuratori che hanno fatto riscontrare una perdita di circa 5 litri al secondo. Non siamo riusciti ancora a risolvere totalmente il problema, chiediamo un po’ di pazienza insieme ad un uso consapevole”.

– Claudia Monaco –

 

 




Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*