Atena Lucana: al Centro Commerciale Diano casting per la fiction “La metamorfosi della camorra” Presente anche l'attore di "Gomorra" Walter Lippa























Si sono svolti oggi, presso il Centro Commerciale Diano di Atena Lucana, i casting per 5 cortometraggi alla ricerca di figuranti e comparse per la fiction “La metamorfosi della camorra“. La giornata è stata organizzata dalla Direzione del Centro Commerciale insieme con Angela Stabile dell’associazione A.&S. Event, l’associazione Spazio Vita di Gennaro Fraddano, la segretaria di edizione Antonella Vergone e Carmine Paniello Photo.

Ho conosciuto il regista Michele Cucciniello ad un casting dove ho portato le mie figlie – dichiara Angela Stabile – mi ha proposto di fare qualcosa in zona e ho colto subito la palla al balzo perché ho pensato di dare la possibilità ai giovani del territorio. Stiamo pensando ad un set cinematografico in zona, in collaborazione con i sindaci e le scuole. Lui tratta di temi sociali, sentire la parola camorra spaventa un poco anche se è un tema attualissimo però bisogna valutare il cambiamento, il bene che trionfa sul male“.

E’ da anni che tratto del sociale e riesco a trasferire attraverso i miei messaggi forza positiva per persone che vivono problematiche come bullismo, droga e violenza – spiega Michele Cucciniello –  sono fenomeni che sembrano non esistere ma sono nascosti in tutte le città. In questo film ho voluto fare un riassunto di quello che era la vera camorra e di quella che è diventata oggi. In tutto questo percorso c’è il sociale, il dissociarsi di un ragazzo che vive in questo sistema, il padre che viene consigliato dal figlio minore che non fa parte del clan e la figura di un prete che combatte nei luoghi a rischio. Abbiamo girato a Scampia per lanciare un messaggio di rinascita“.






Presente all’incontro l’ex modella ed attrice Pamela Formisano che fa parte del cast e il noto attore della serie “GomorraWalter Lippa che ha dato un consiglio a tutti gli aspiranti attori:”Consiglio di studiare e di prepararsi tanto perché questo è un lavoro dove non si improvvisa e vorrei ricordare ai giovanissimi di distaccarsi dai messaggi che danno i personaggi. Siamo attori e prestiamo la nostra immagine però quando si torna a casa ritorniamo ad essere quello che siamo nella vita reale”.

– Annamaria Lotierzo –

  



























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*